Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

"Sesso in cambio di un posto di lavoro", giovane denuncia sindaco del Barese

Il primo cittadino di un Comune della provincia denunciato da una 26enne: la ragazza, disoccupata, avrebbe ricevuto avances sessuali dal sindaco, al quale si era rivolta per chiedere aiuto a trovare un impiego

Avrebbe fatto proposte sessuali ad una giovane disoccupata che gli aveva chiesto aiuto per trovare un lavoro. Con questa accusa è stato denunciato, nei giorni scorsi, un sindaco della provincia di Bari.

La notizia è riportata dal giornale online 'Il Quotidiano italiano'. Nella querela la donna, una 26enne disoccupata, ha ricostruito la vicenda, risalente al 2015. La giovane si sarebbe rivolta al primo cittadino per ottenere aiuto nella ricerca di un impiego per lei e per il suo compagno. Dopo quell'incontro, però, il sindaco avrebbe cominciato a importunarla con insistenza sempre maggiore, anche "con messaggi e chiamate erotiche", per convincerla ad avere rapporti sessuali con lui al fine di ottenere il posto di lavoro.

La donna, dopo la decisione di denunciare, avrebbe incontrato il primo cittadino in questione nel suo ufficio comunale. Qui - secondo il racconto della 26enne - sarebbe stata immobilizzata e con l'aiuto di un'altra impiegata le sarebbe stato sottratto il telefonino, con l'obiettivo di rimuovere i messaggi ritenuti compromettenti. La ragazza, tuttavia, aveva già salvato le conversazioni su altro supporto, e le ha consegnate alla polizia all'atto della denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sesso in cambio di un posto di lavoro", giovane denuncia sindaco del Barese

BariToday è in caricamento