Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Immobili occupati abusivamente: al vaglio situazioni di sgombero forzoso, non saranno tollerate forme di illegalità e pretesa

Gli interventi delineati seguiranno il percorso tracciato dalle direttive del Ministero dell’Interno riguardo le occupazioni arbitrarie di immobili rivenienti dalla legge n. 48/2017 in materia di sicurezza delle città

Il presidente dell'Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, a palazzo Chigi durante la firma, con i sindaci, delle convenzioni per la realizzazione dei progetti di riqualificazione delle periferie, Roma 18 dicembre 2017. ANSA/GIUSEPPE LAMI

Diverse le tematiche poste all’attenzione del comitato provinciale per l’ordine e sicurezza pubblica riunitosi oggi in Prefettura, presieduto dal prefetto Antonia Bellomo. Su richiesta del sindaco di Bari è stata approfondita la situazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica occupati abusivamente.

Gli interventi delineati seguiranno il percorso tracciato dalle direttive del Ministero dell’Interno riguardo le occupazioni arbitrarie di immobili rivenienti dalla legge n. 48/2017 in materia di sicurezza delle città.

Il Comune di Bari e l’Arca Puglia procederanno ad uno screening aggiornato di detti alloggi al fine di verificare la sussistenza dei presupposti per l’effettuazione dello sgombero forzoso, con l’ausilio della forza pubblica, tenendo, comunque conto, delle situazioni di fragilità degli occupanti che saranno accertate dai servizi sociali comunali, fermo restando che ogni forma di illegalità e di pretesa al di fuori delle regole non potrà essere tollerata.

Sul tavolo del comitato anche la questione dell’accensione dei roghi tossici nel quartiere Sant’Anna per i quali sono stati predisposti mirati servizi di controllo congiunti delle forze di polizia e della polizia locale.

Durante l’incontro è stata disposta, inoltre, l’intensificazione dei servizi di vigilanza e controllo durante la stagione estiva che potrà contare su di un contingente di rinforzo assegnato per tale esigenza dal dipartimento della Pubblica Sicurezza e che sarà impiegato maggiormente nelle località turistiche che si affacciano sul litorale barese. Una stretta sui controlli delle moto d’acqua sarà posta in essere dalla Capitaneria di Porto e dal reparto Aeronavale della guardia di finanza.

Alla riunione di comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica hanno partecipato i vertici provinciali delle forze dell’ordine, i rappresentanti del comandante della capitaneria di porto di Bari, l’assessore al patrimonio del Comune di Bari, Vito Lacoppola, il presidente dell’Arca Puglia, il direttore generale e il comandante della polizia locale del Comune di Bari.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immobili occupati abusivamente: al vaglio situazioni di sgombero forzoso, non saranno tollerate forme di illegalità e pretesa

BariToday è in caricamento