Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Si finge parroco barese e truffa famiglia di un disabile: denunciato 55enne

Spacciandosi per un sacerdote, ha contattato una famiglia salentina offrendo un fantomatico contributo economico: in realtà, ha rubato l'identità del disabile per attivare a suo nome e svuotare una carta di credito

Si finge parroco per truffare la famiglia di un disabile, impossessandosi dei documenti d'identità per attivare e prosciugare a loro nome una carta di credito.

Un 55enne di Castellana è stato per questo denunciato dai carabinieri di Lizzanello (Lecce), con le accuse di truffa, falsità in atti e certificazioni amministrative e sostituzione di persona.

L'uomo - hanno ricostruito i carabinieri, sulla base delle denuncia presentata dalle vittime - aveva contattato la famiglia spacciandosi per Don Vito Piccinonna (parroco del Santuario Santi Medici Cosma e Damiano di Bitonto, a sua volta vittima di un furto d'identità) dicendosi pronto a versare un contributo economico alla famiglia in difficoltà. Così era riuscito a farsi consegnare il documento di identità del disabile. A quel punto era scattata la truffa, perchè il 55enne aveva attivato a nome della vittima una carta di credito American Express, impossessandosi del credito dispomibile di circa 8mila euro, per poi rendersi irreperibile.

Il caso era stato raccontato anche dalla trasmissione 'Le Iene', che aveva individuato il truffatore, soggetto già noto per i numerosi raggiri commessi in tutta Italia e le molteplici identità di volta in volta assunte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si finge parroco barese e truffa famiglia di un disabile: denunciato 55enne

BariToday è in caricamento