Lotta al terrorismo, Dambruoso: "Sicurezza va sempre garantita salvaguardando diritti"

Il parlamentare all'Università di Bari per una lectio magistralis sul tema 'Terrorismo fondamentalista: diritto alla sicurezza o sicurezza dei diritti' e il conferimento del titolo di socio onorario dell'associazione di ex alunni dell'Uniba

"La sicurezza va sempre garantita, è  un diritto fondamentale della nostra Costituzione e, in questo momento storico, dove proprio la percezione di insicurezza che avvertono i cittadini elettori è maggiore - anche se spesso sovradimensionata - va rispettata sempre, e gestita al meglio da parte di chi amministra un territorio". 

Lo ha detto Stefano Dambruoso, Questore della Camera dei Deputati durante la lectio magistralis che ha tenuto all'Università 'Aldo Moro' di Bari sul tema "Terrorismo fondamentalista: diritto alla sicurezza o sicurezza dei diritti", introdotta dal Rettore Antonio Uricchio e dalla Vice Presidente dell'Associazione ex Alunni dell'Universita' di Bari (ALUMNI), prof.ssa Daniela Caterino, i quali hanno con l'occasione consegnato al magistrato l'attestato di socio onorario dell'Associazione. 

Dambruoso ha aggiunto: "Va ricordato che occorre bene bilanciare i diritti fondamentali della sicurezza e con essi le esigenze legittime di pubblica sicurezza, nelle strategie anti terrorismo, con la non meno fondamentale esigenza di salvaguardare i diritti fondamentali ed individuali. Non si può dimenticare che, infatti, nonostante la sicurezza rappresenti un bene di assoluta priorità per ogni cittadino, i diritti inviolabili meritano una centralità e una tutela di primaria importanza, poichè rappresentano una davvero faticosa e lunga conquista di ogni stato democratico, fondato sul rispetto di ogni essere umano e della sua inviolabile dignità".  Dambruoso ha anche ricordato la figura di Aldo Moro da cui l' Università barese prende il nome: "Ho studiato e mi sono laureato proprio in questa università dove Moro ha insegnato Filosofia del Diritto e dove ho imparato, grazie agli insegnamenti dei suoi discepoli, e ringrazio il Rettore Uricchio per questo incontro speciale che oggi mi ha portato qui".  

In una aula magna gremita il Rettore ha sottolineato: “La nostra associazione di ex alunni deve dare gli onori a nostri laureati illustri. Stefano Dambruoso è uno dei principali protagonisti della lotta al terrorismo, continua a occuparsi del tema sia dal punto di vista scientifico sia da quello istituzionale e politico, avendo anche un ruolo nella nostra Camera dei Deputati. E’ motivo di orgoglio averlo tra noi e seguire questa sua lezione-testimonianza incentrata sul rapporto tra diritti e sicurezza, un tema stimolante che offre ai nostri giovani di confrontare la loro esperienza con quella di un ex laureato”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Rettore ha ricordato poi l’impegno dell’Uniba su questo fronte, l’Università di Bari è infatti il primo ateneo in Italia ad aver istituito un centro per il riconoscimento delle competenze di rifugiati ed extra comunitari. La vicepresidente di Alumni Uniba ha così concluso: “Un illustre laureato viene coinvolto nel progetto Alumni e per noi rappresenta il modo di renderlo ambasciatore dei valori della nostra Università e dei nostri laureati nel mondo. Alumni Uniba in questo modo vuole creare una rete di soggetti altamente qualificati che hanno le radici nel nostro ateneo e che possono svolgere quella funzione di mentoring e di punto di riferimento per i giovani che si apprestano ad intraprendere carriere lavorative”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Uccide fidanzato della ex, accoltella la ragazza e il padre della vittima. arrestato 26enne a Bitetto

  • Pestato brutalmente per strada, morto dopo due giorni di agonia in ospedale. arrestato pregiudicato al San Paolo

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento