Gli attivisti di Noi con Salvini in Prefettura: "Poche forze dell'ordine in città. Servono segnali forti"

Incontro, questa mattina, con rappresentanti dell'Ufficio Territoriale del Governo: "Per migliorare la vivibilità servono ordinanze contro l'accattonaggio molesto e invasivo"

E' stata ricevuta in Prefettura, stamattina a Bari, una delegazione regionale di Noi con Salvini che, nei giorni scorsi ha richiesto un incontro sul tema della sicurezza in città e in provincia: "La situazione non è più sostenibile - spiega il coordinatore pugliese del movimento, Rossano Sasso ricevuto assieme ad alcuni attivisti e cittadini da dirigenti dell'Ufficio territoriale del Governo - e auspichiamo che Prefettura e amministratori locali adottino ordinanze che possano migliorare la tranquillità dei cittadini istituendo specifici divieti contro accattonaggio molesto e invasivo negli spazi pubblici".

Gli attivisti, nell'affrontare il tema, hanno sottolineato anche gli ultimi recenti episodi di cronaca a Bari e nell'area metropolitana: "Come donna - spiega Annarita Tateo, portavoce barese del Movimento - posso dire che qui si vive con la paura di essere aggrediti. Abbiamo richiesto maggiore forza pubblica, più Polizia e Carabinieri. Ci hanno detto che si faranno promotori della nostra richiesta. Due giorni fa una ragazza di 15 anni è stata violentata, la settimana scorsa una donna è stata aggredita nel sottopasso di via Buozzi. Chiediamo sicurezza e legalità per rivivere la nostra città". Sullo stesso argomento è intervenuto anche l'avvocato Pino Monaco: "Il Libertà, ad esempio, è in una situazione difficile. e nessuno fa niente .Se si continua a seguire il criterio del numero di poliziotti pari a quello dei cittadini Bari sarà penalizzata perché è una città estesa ma con agenti insufficienti": Per Giovanni Riviello, invece, bisogna intervenire anche nell'area metropolitana: "I centri del Barese, a nostro avviso non sono in grado di fronteggiare emergenze per quanto riguarda il problema dei migranti. C'è bisono di dare un segnale forte, come la richiesta di divieto di accattonaggio davanti a supermercati e centri commerciali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere in auto con la cocaina, sorpreso dai colleghi durante un controllo: arrestato

  • Maxi operazione dei carabinieri tra Bari e Altamura: 50 arresti tra capi clan e affiliati, scacco matto ai D'Abramo-Sforza

  • Riecco Checco Zalone: ecco il manifesto di 'Tolo Tolo, il film al Cinema dal 1 gennaio 2020

  • Isabella, la Monica Bellucci di Molfetta che ha rubato il cuore all'ex tronista Francesco Monte: "E' speciale perché è normale"

  • Operazione antimafia nel Barese: 54 arresti e due anni di indagini, così è stato disarticolato il clan D'Abramo-Sforza

  • Trovato morto nelle acque di Palese: per i familiari Roberto è stato ucciso, per la Procura incidente o malore

Torna su
BariToday è in caricamento