rotate-mobile
Cronaca

Sicurezza e tutela dell'ambiente, sigilli a cantiere navale nel porto di Bari

Sotto sequestro parte del piazzale, dove venivano depositati, in maniera incontrollata, i residui provenienti dalle lavorazioni svolte

Prosegue l'operazione 'Cantieri sicuri' condotta dalla Guardia Costiera con l’ausilio del personale del Dipartimento di Prevenzione della competente ASL Bari – Servizio Spesal - volta ad assicurare il rispetto delle norme in materia di utilizzo del pubblico demanio marittimo, delle regole legate e alla tutela ambientale, ed al rispetto delle norme in materia di sicurezza sul lavoro, presso i cantieri navali del litorale barese.

In particolare, i controlli stanno portando alla luce criticità sia in materia di sicurezza sul lavoro, che in materia ambientale, soprattutto per quanto riguarda l’efficienza dei sistemi di prevenzione adottati per i piazzali scoperti annessi ai cantieri, per prevenire qualsiasi forma di inquinamento del mare.

Nell'ambito di queste verifiche nella serata di martedì è stato sottoposto a sequestro, con relativa denuncia penale all’Autorità Giudiziaria, parte del piazzale di un cantiere navale sito nel porto di Bari, dove avveniva il deposito incontrollato dei residui provenienti dalle lavorazioni svolte dal cantiere in prossimità del mare, in violazione a quanto previsto dalle norme in materia.

VIDEO: IL PIAZZALE SEQUESTRATO

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza e tutela dell'ambiente, sigilli a cantiere navale nel porto di Bari

BariToday è in caricamento