menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un incidente stradale - Foto dal web

Un incidente stradale - Foto dal web

Sicurezza stradale, il 2015 anno nero per la Puglia: in aumento incidenti e decessi

I dati nel rapporto dell'Agenzia regionale per la mobilità (Arem): per la prima volta dal 2009 cresce, sebbene in maniera lieve, il numero di sinistri e vittime. L'assessore ai Trasporti Giannini: "Rafforzeremo impegno nelle scuole"

9.524 incidenti stradali con lesioni, 232 decessi e 15.634 persone ferite. Sono i numeri dei sinistri stradali in Puglia nel 2015, contenuti nell'undicesimo rapporto dell'Arem, l'Agenzia regionale per la mobilità.

I dati sono stati presentati oggi, nel corso di una giornata dedicata alla “Sicurezza stradale” organizzata in Regione.

Per la prima volta dal 2009 - sottolinea l'Arem - il numero dell'incidentalità stradale in Puglia ha fatto registrare un incremento, seppure lieve: +0,3% per il numero di sinistri e +0,4% nel numero dei decessi rispetto al 2014. Un andamento che, tuttavia, sarebbe già stato invertito nei primi mesi nel 2016: nel primo semestre di quest'anno, infatti, i dati provvisori segnalano 89 incidenti mortali, con una riduzione del 5,3% rispetto allo stesso periodo del 2015.

Nel corso della mattinata, sono stati presentati anche i risultati del progetto “La strada non è una giungla”, alla quale hanno aderito 32 scuole e 2.500 studenti di tutta la Puglia: ai vincitori del concorso legato al progetto sono andati i premi – targhe e buoni acquisto di materiale sportivo – consegnati questa mattina.

"Con la collaborazione delle associazioni  - ha detto l’assessore regionale ai Trasporti Gianni Giannini -  e questa mattina è presente Ciao Vinny,  abbiamo ribadito un impegno all’interno delle scuole, perché si contribuisca a costruire una nuova cultura della sicurezza stradale, valorizzando il concetto che la vita è un bene irrinunciabile e che quando si guida in stato di ebbrezza, o sotto l’effetto di sostanze dopanti, o in condizioni fisiche non idonee, si mette a rischio non solo la propria esistenza, ma anche l’esistenza degli altri". "Stiamo cercando – ha aggiunto -  tramite il fondo di sviluppo e coesione e il patto per la Puglia di intervenire sulla viabilità, per costruire nuove infrastrutture ai fini di sicurezza stradale". "Oggi – ha concluso - chiudiamo un progetto dell’anno scorso, “la strada non è una giungla”, abbiamo di ripeterlo e ampliarlo in collaborazione con i dirigenti scolastici per formare i giovani".

La fondazione 'Ciao Vinny', con il suo rappresentante Lorenzo Moretti, ha presentato il filmato che da domani andrà in onda sulle Tv locali per sensibilizzare sulla sicurezza stradale.

Secondo i dati elaborati da Arem, il maggior numero di incidenti si registra nel periodo primaverile-estivo, da maggio ad agosto. Nel complesso, nel secondo semestre del 2015 si sono registrati il 52% dei sinistri e il 57% dei decessi. Il 36% degli incidenti mortali è avvenuto nel week-end. Per quanto riguarda l'età delle vittime, il 23,1% dei conducenti deceduti era al di sotto dei 30 anni mentre il 17% aveva un’età compresa tra i 30 e 45 anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento