Cronaca

Sigarette dal Montenegro, sequestrato carico di dieci tonnellate al porto

I tabacchi, privi di garanzia assicurativa obbligatoria, viaggiavano a bordo di un tir con targa inglese ed erano destinati in Spagna: il conducente denunciato per contrabbando. Due milioni di euro il valore del carico sul mercato

Un carico di dieci tonnellate di sigarette, provenienti dal Montenegro e destinate in Spagna, è stato sequestrato nel porto di Bari da finanzieri e personale del Servizio Antifrode dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Le sigarette erano trasportate a bordo di un tir con targa britannica. Vista l'alta incidenza fiscale della merce, gli investigatori hanno deciso di approfondire il controllo, accertando che i tabacchi viaggiavano in assenza di garanzia assicurativa obbligatoria - che serve a garantire i diritti doganali dovuti - e che la ditta spagnola indicata come destinataria del carico, operava in realtà in un settore merceologico diverso da quello dei tabacchi. Considerando perciò i tabacchi lavorati illecitamente introdotti nell’Unione Europea, finanzieri e funzionari dell'Agenzia delle Dogane hanno denunciato il conducente del mezzo, un cittadino di nazionalità britannica di 67 anni, per contrabbando internazionale di tabacchi lavorati esteri mentre. Il carico e l’autoarticolato sono stati invece sottoposti a sequestro.

I tabacchi sequestrati, una volta introdotti sul mercato 'al dettaglio', avrebbero fruttato alle organizzazioni criminali circa due milioni di euro, con un ingente danno alle entrate erariali Comunitarie.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sigarette dal Montenegro, sequestrato carico di dieci tonnellate al porto

BariToday è in caricamento