Cronaca

Simula estorsione per coprire le perdite al gioco: denunciato

Un giovane di Conversano aveva rubato mille euro alla nonna perdendoli al gioco. Per coprire il misfatto ha simulato un sequestro di persona con relativa estorsione

Deferimento per simulazione di reato: è questo il provvedimento preso dai Carabinieri nei confronti di un 21enne di Conversano, reo di aver simulato una patita estorsione e un sequestro di persona.

La vicenda ha preso il via l'8 gennaio quando il giovane, dopo aver sottratto in modo illecito mille euro dall'appartamento della nonna e averli persi in scommesse telematiche, ha fatto perdere le sue tracce inducendo i genitori a denunciarne la scomparsa nella serata di ieri.

Le ricerche avviate dalle forze dell'ordine permettevano il ritrovamento del ragazzo il quale dichiarava di essere stato rapito e derubato ma le successive indagini, che hanno portato alla luce numerose incongruenze fra le dichiarazioni del giovane e le circostanze descritte, hanno indotto il 21enne a confessare la simulazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simula estorsione per coprire le perdite al gioco: denunciato

BariToday è in caricamento