rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Rifiuti speciali destinati allo smaltimento illecito in Grecia, bloccato carico nel porto di Bari

L'operazione condotta dalla Guardia costiera, che ha posto sotto sequestro 700 tonnellate di rifiuti speciali, in parte in transito nel porto del capoluogo, in parte ubicati presso un'azienda calabrese

In seguito a un'articolata indagine su presunte irregolarità nel ciclo dei rifiuti, personale della Guardia costiera del Nucleo Operativo di Polizia ambientale della Direzione marittima di Bari, ha posto sotto sequestro oltre 700 tonnellate di rifiuti speciali, in parte in transito nel porto di Bari, in altra parte ubicati presso un'azienda di Tarsia, in provincia di Cosenza.

Il sequestro probatorio, operato su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, si è reso necessario - spiegano gli investigatori - a seguito dell'accertamento di presunti reati in campo ambientale e in particolare di quello di traffico transfrontaliero di rifiuti speciali, in quanto gli stessi sarebbero stati 'smaltiti', mediante spedizione via mare dal porto di Bari, dalla Calabria fino alla Grecia . Il responsabile del traffico illecito è indagato per disastro ambientale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti speciali destinati allo smaltimento illecito in Grecia, bloccato carico nel porto di Bari

BariToday è in caricamento