Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Chiede tangente a laboratorio per superare ispezione: arrestato dirigente Asl Bari

In manette, a Molfetta, è finito un medico 52enne: secondo i magistrati avrebbe richiesto 50mila euro, da versare in più rate, rendendosi disponibile "a sostituire la documentazione in precedenza presentata"

immagine di repertorio

Soldi in cambio della riconferma per l' "accreditamento istituzionale" di un laboratorio d'analisi, eliminando "asserite irregolarità": con l'accusa di concussione, la Guardia di Finanza ha arrestato Michele Picciarello, medico e responsabile dell'Unità di valutazione dell'appropriatezza dei ricoveri dell'Asl di Bari.

Secondo i magistrati della Procura, Picciariello avrebbe chiesto somme, fino, nell'ultimo caso a 50 mila euro (da versare in più rate), per superare la visita ispettiva senza problemi, rendendosi disponibile "a sostituire la documentazione in precedenza presentata". L'indagine, condotta anche con l'utilizzo di rilievi fotografici e intercettazioni, è partita da una denuncia della vittima. Questa mattina, a Molfetta, l'arresto, proprio mentre avveniva la consegna della busta con una tranche da 10mila euro dell'ammontare richiesto.

   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede tangente a laboratorio per superare ispezione: arrestato dirigente Asl Bari

BariToday è in caricamento