Cronaca Japigia / Viale Imperatore Traiano

Cantiere in ritardo per il sovrappasso di viale Traiano: "Ancora nessun intervento, e il degrado aumenta"

Sporcizia e rifiuti si accumulano nella recinzione posta a protezione del cavalcavia, mentre i lavori di rifacimento del ponte pedonale, annunciati già nel 2015, non sono ancora cominciati. Galasso: "Cantiere complesso, ma siamo al lavoro"

Per la pulizia straordinaria dell'area, il Comune è già intervenuto alcune volte nei mesi scorsi. Ma, ciclicamente, il problema della sporcizia che si accumula all'interno della recizione posta a protezione del sovrappasso di viale Traiano, al quartiere Madonnella, si ripresenta. Un ponte che, in realtà, aspetta da tempo la rimozione di quella rete metallica 'provvisoria', con la partenza di un vero e proprio intervento di rifacimento.

Erbacce e rifiuti nella recinzione

Ma quel cantiere, annunciato già dal 2015, finora non è mai partito. A giugno scorso, nel corso di un incontro organizzato dal comitato 'Cittadini di Pane e Pomodoro' presso la parrocchia di San Sabino, al quale aveva preso parte anche l'assessore ai Lavori pubblici Galasso, si era parlato di avvio dei lavori tra luglio e settembre. Un altro mese è passato, ma la situazione in viale Traiano resta la stessa. Anzi - segnalano i residenti - peggiora, con una recinzione "sempre più decadente" che mostra ormai i segni del tempo, e rifiuti ed erbacce che tornano ad infestare l'area. "Farò verificare la situazione, in modo da pianificare, se necessario, una pulizia straordinaria", afferma Galasso interpellato da BariToday. 

I ritardi nei lavori: ancora tre step prima del cantiere

Per quanto riguarda la riqualificazione del cavalcavia, invece, l'avvio dei lavori dovrebbe essere ormai prossimo, anche se l'assessore ai Lavori pubblici non si sbilancia sui tempi. "Le difficoltà - spiega riferendosi ai ritardi - sono legate ad aspetti strutturali importanti, perchè vanno rispettate tutte le procedure" per un cantiere "complesso" com'è quello del rifacimento del cavalcavia di viale Traiano, in cui gli interventi saranno eseguiti senza interrompere il traffico ferroviario sui binari sottostanti. In particolare, è prevista la demolizione dell'attuale ponte, che sarà sostituito da una passerella in acciaio, con fondazioni in calcestruzzo.

"Ma non siamo fermi", assicura ancora l'assessore. Al momento - chiarisce Galasso - sono tre i 'fronti' su cui il Comune sta lavorando per procedere all'avvio dei lavori. Il primo riguarda il passaggio, previsto per legge, relativo all'autorizzazione sui calcoli strutturali che dev'essere rilasciata dalla Città metropolitana: "Ci hanno chiesto un'integrazione che abbiamo approntato e verrà consegnata domani. Contestualmente, presenteremo anche un sollecito per chiedere di anticipare l'esame istruttorio di quest'opera rispetto alle altre". Il secondo passaggio riguarda la stipula del contratto con l'impresa che dovrà eseguire i lavori: trascorso il periodo di stand still contemplato dalla normativa, si procederà in questi giorni a convocare la ditta. "Intanto - prosegue Galasso - ho già chiesto al direttore dei lavori di fare già degli incontri con l'impresa in modo da capire in che tempi sono in grado di cantierizzare l'intervento e come intendono procedere". Ultimo punto, la sottoscrizione di una convenzione tra Comune di Bari e Rfi, necessaria visto che i lavori verranno svolti su una sede ferroviaria, "che ha alla base delle garanzie, con dei versamenti di polizze fideiussorie. Abbiamo già portato in giunta il provvedimento propedeutico alla sottoscrizione, fatto il primo versamento e sta per essere fatto il secondo, con i relativi impegni di spesa, dopo di che firmeremo la convenzione". Completati questi tre passaggi, il cantiere dovrebbe poi finalmente partire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantiere in ritardo per il sovrappasso di viale Traiano: "Ancora nessun intervento, e il degrado aumenta"

BariToday è in caricamento