menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La consegna della donazione, effettuata da un parente del detenuto

La consegna della donazione, effettuata da un parente del detenuto

Ai domiciliari dona 200 mascherine all'ospedale Pediatrico. Il ringraziamento di medici operatori: "Atto di generosità"

A consegnarla, oggi, un parente del detenuto. La fornitura è stata acquistata dal 28enne dopo che la sua bambina, tornata a casa a seguito di una medicazione nel pronto soccorso, aveva raccontato che diversi infermieri non indossavano mascherine

"La straordinaria generosità dei cittadini ci riempie il cuore. Le donazioni sono piccoli e grandi gesti che ci danno la forza per continuare ad affrontare questo momento difficile e ci restituiscono speranza per il futuro. La maniera migliore per ringraziare la piccola paziente e tutti coloro che oggi ci donano qualcosa è continuare a garantire loro le migliori cure". A parlare sono i medici dell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari che hanno ricevuto, oggi, la donazione di un uomo agli arresti domiciliari per spaccio di droga, che ha regalato 200 mascherine all astruttura sanitalia per affrontare l'emergenza coronavirus. La notizia è riportata dall'Ansa. A consegnarla, oggi, un parente del detenuto (nella foto).

La fornitura è stata acquistata dal 28enne dopo che la sua bambina, tornata a casa a seguito di una medicazione nel pronto soccorso del pediatrico, aveva raccontato che diversi infermieri non indossavano mascherine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento