Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Corato

Cocaina tagliata con sostanza antitumorale, sgominata banda di spacciatori a Corato

Operazione della Guardia di Finanza, sequestrati beni per oltre un milione di euro. La sostanza stupefacente sequestrata si è rivelata ancor più pericolosa a causa della sostanza chimica con cui veniva confezionata

Quattro persone in manette e una sottoposta ad obbligo di presentazione alla P.G., quattordici indagati e il sequestro di numerosi immobili (tra Corato e Pescara) e conti correnti bancari, per un valore complessivo di oltre un milione di euro. E' il bilancio dell'operazione compiuta all'alba a Corato dai Finanzieri della Compagnia di Trani.

LE ATTIVITA' DI INDAGINE - Le indagini, coordinate dalla Procura di Trani, hanno consentito di smantellare una banda dedita allo spaccio di droga, e di cocaina in particolare, operante sulla piazza coratina e capeggiata da un bitontino da anni residente nella cittadina. Nel corso delle attività investigative, che hanno visto il coinvolgimento complessivo di 14 persone, tutte indagate, a vario titolo, per reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti ed il favoreggiamento personale, i militari hanno anche sequestrato, nell’agro coratino, 66 grammi di cocaina e un’arma da sparo e relative cartucce, elemento - sottolineano gli investigatori - a riprova della pericolosià della banda.

IL VIDEO DELL'OPERAZIONE: LE PERQUISIZIONI DELLA FINANZA

GLI ARRESTATI - I provvedimenti, emessi dal gip di Trani su richiesta della Procura, sono tre ordini di cattura con custodia cautelare in carcere, uno in regime di arresti domiciliari e un obbligo di presentazione alla P.G., e hanno riguardato cinque soggetti, tutti italiani: I.P., 32 anni, C.F., 44 anni, M.R., 36 anni, B.L.. 21 anni, e P.F., 33 anni.

DROGA TAGLIATA CON SOSTANZA ANTITUMORALE - Nel corso delle indagini, attraverso le analisi chimiche eseguite su alcune dosi sequestrate, è stata accertata la presenza, quale sostanza da taglio, del 'levamisolo', farmaco antineoplastico usato per il trattamento del cancro del colon e come antiparassitario in veterinaria. L’assunzione di cocaina adulterata con 'levamisolo' si rivela ancora più pericolosa perchè può ridurre notevolmente i globuli bianchi sopprimendo la capacità dell’uomo di combattere le infezioni sviluppando rapidamente infezioni anche fatali.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina tagliata con sostanza antitumorale, sgominata banda di spacciatori a Corato

BariToday è in caricamento