"Dammi i soldi o ti faccio vedere che succede", minaccia il 'cliente' che non paga la droga: pusher in manette per estorsione

L'arresto dei carabinieri a Toritto: dopo la denuncia della vittima i militari hanno teso la 'trappola' allo spacciatore, presentandosi all'appuntamento fissato per la consegna del denaro

"Paga la droga o ti riempio di botte, vengo a casa tua e ti faccio vedere io": minacce sempre più insistenti, rivolte al 'cliente'/amico che non aveva pagato la marijuana ceduta dal pusher. Fino a quando la vittima, un 26enne di Toritto, ha deciso di denunciare tutto ai carabinieri: così lo spacciatore, un 33enne del luogo con precedenti, è finito in manette con l'accusa di estorsione.

Raccolta la denuncia della vittima, i carabinieri del luogo, al comando del capitano Corrado Quarta, hanno organizzato un appuntamento 'trappola' con il pusher per la consegna del denaro: in casa della vittima, però, lo spacciatore ha trovato ad aspettarlo anche due militari in borghese, che lo hanno bloccato subito dopo aver intascato tutto ciò che la vittima aveva, ovvero la somma di dieci euro.

All’atto dell’arresto il pusher, disoccupato, aveva con sè 230 euro che sono poi stati sequestrati poiché ritenuti il provento della pregressa attività di spaccio. Dopo la convalida dell'arresto, il 33enne è stato collocato ai domiciliari. Indagini in corso da parte dei Carabinieri sulla posizione di altre persone coinvolte nella vicenda.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il van di Borghese sbarca a Bari: lo chef premia il miglior ristorante di crudo di mare

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

  • Un'altra stretta con il nuovo decreto anti Covid: Puglia verso la zona arancione?

  • Coronavirus, a Bari oltre 3mila casi accertati: l'area San Girolamo-Fesca-Stanic-San Paolo è la più colpita

Torna su
BariToday è in caricamento