Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Murat / Piazza Cesare Battisti

Spaccio in centro, continuano i controlli dei carabinieri: 5 arresti

Nel mirino piazza Umberto, piazza Cesare Battisti e il quartiere Libertò, considerate tra le zone più a rischio per lo spaccio di stupefacenti. In manette sono finiti quattro cittadini extracomunitari e un barese

Cinque persone sono finite in manette a Bari nell'ambito dei controlli antispaccio compiuti dai carabinieri.

In piazza Aldo Moro, i militari hanno arrestato un 31enne somalo ed un 28enne ungherese con le accuse di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale. I due, sorpresi dopo aver ceduto una dose di marijuana ad un tossicodipendente, sono stati bloccati al termine di una breve colluttazione con i carabinieri, rimasti lievemente feriti. Perquisiiti, i due sono stati trovati in possesso di altre 3 dosi della stessa sostanza sottoposte a sequestro. Sono stati arrestati e rinchiusi in carcere.

In Piazza Cesare Battisti stessa sorte è toccata ad un 28enne del Gambia e ad un 20enne della Guinea Bissau arrestati dagli stessi carabinieri con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale. I giovani sono stati sorpresi e bloccati dopo aver ceduto una dose di droga ad un cliente. La successiva perquisizione consentiva di rinvenire 30 grammi di marijuana sottoposti a sequestro. Durante il controllo il 20enne aggrediva invano i Carabinieri al fine di sottrarsi all’arresto.

Al quartiere Libertà, infine, i carabinieri hanno arrestato un pregiudicato 44enne barese ritenuto responsabile di detenzione di sostanza stupefacente. Nel corso di una perquisizione domiciliare l’uomo è stato trovato in possesso di 476 grammi di hashish, 49 grammi di cocaina e materiale per il taglio e confezionamento della sostanza, il tutto sottoposto a sequestro. Il 44enne è stato arrestato e condotto in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio in centro, continuano i controlli dei carabinieri: 5 arresti

BariToday è in caricamento