Conflitto a fuoco tra i passanti, presi i due autori della sparatoria a Molfetta: in manette un 22enne e un 24enne

L'episodio a febbraio scorso in via San Giovanni: i due si erano 'affrontati' a colpi d'arma da fuoco incuranti della presenza di altre persone, tra cui donne e bambini

Dopo sei mesi di indagini i carabinieri hanno arrestato i presunti autori del conflitto a fuoco verificatosi il 23 febbraio di quest’anno a Molfetta. 

Quel pomeriggio, alle ore 17 circa, i carabinieri furono avvisati di una sparatoria in atto in Via San Giovanni. Immediatamente giunti sul posto, i militari avevano recuperato solo alcuni bossoli esplosi di pistola. 

Le indagini condotte da quel momento dagli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile Carabinieri di Molfetta, anche mediante l’acquisizione di registrazioni video delle telecamere comunali, hanno permesso di ricostruire il grave evento. 

I due soggetti, un 22enne e un 24enne, secondo quanto ricostruito dai militari si erano cercati e sparati vicendevolmente in Via San Giovanni di Molfetta, incuranti della presenza sul posto di passanti tra cui donne e bambini. 

Il conflitto non terminò solo con quello scambio di colpi d’arma da fuoco. Infatti, solo due giorni dopo, uno dei contendenti sparava all’indirizzo dell’abitazione dell’altro sita al quinto piano di una palazzina popolare nella periferia di Molfetta. Anche quest’ultima circostanza veniva accertata e documentata dagli inquirenti.

La diatriba armata aveva avuto già un precedente nel 2018, quando il 24enne sparò ferendo gravemente il 22enne, episodio già giudicato in primo grado e per cui è stata emessa sentenza di condanna a carico del responsabile.

La pericolosità dei soggetti è sottolineata - evidenziano gli investigatori - dai numerosi precedenti penali a carico degli stessi, tra i quali spiccano quelli relativi agli stupefacenti. Il GIP del Tribunale di Trani ha accolto le richieste cautelari, evidenziando l’estrema pericolosità dell’azione soprattutto per l’ignaro cittadino che risiede in quei quartieri. Gli arrestati, alle prime luci dell’alba, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Trani su disposizione dell’A.G competente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(foto di repertorio)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento