Modugno, scontro a fuoco in strada: due giovani identificati e arrestati

La sparatoria in via X marzo la sera del 4 dicembre: i carabinieri sono riusciti a risalire a due dei responsabili grazie alle immagini registrate da un impianto di videosorveglianza. L'episodio probabilmente legato a contrasti nel mondo della droga

Le immagini registrate dall'impianto di sorveglianza di un negozio della zona mostrano chiaramente tutte le fasi dello scontro a fuoco. La sparatoria è quella avvenuta a Modugno, in via X Marzo, la sera del 4 dicembre scorso. Sono da poco passate le 22, e in strada ci sono ancora diverse persone. Le stesse che le telecamere immortalano mentre fuggono terrorizzate dopo i primi colpi di pistola.

GUARDA IL VIDEO DELLA SPARATORIA

Il primo ad entrare in azione è un individuo - al momento non ancora identificato dai carabinieri - con il volto coperto dal cappuccio di una felpa bianca. Estrae una pistola  ed esplode diversi colpi: nel mirino ci sono l’abitazione di un arrestato domiciliare e la saracinesca di un negozio sito nella stessa strada, di cui l’arrestato è contitolare. Pochi secondi e, mentre l'uomo incappucciato si dilegua, entrano in campo altre due persone, che rispondono al fuoco. Sono loro i due soggetti identificati e arrestati dai carabinieri: un 28enne di Bitritto e un 27enne di Triggiano, già noti alle Forze dell’Ordine, accusati di tentato omicidio in concorso e detenzione e porto illegale di armi.

Sul luogo della sparatoria i carabinieri della Sezione Investigazioni Scientifiche del Reparto Operativo di Bari repertarono numerosi bossoli sparsi sull’asfalto, risultati calibro 7.65 e calibro 9. Numerosi i fori di proiettile rilevati sulle mura delle abitazioni  e sulle auto parcheggiate nella zona. Sullo sfondo della vicenda emergono contrasti legati al mondo degli stupefacenti che i carabinieri stanno cercando di chiarire.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 28enne, colui che materialmente era in possesso della pistola e ha fatto fuoco, è stato rinchiuso nel carcere di Bari mentre il 27enne ha ricevuto la notifica del provvedimento in carcere, dove si trovava recluso per altra causa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento