Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Via Regina Margherita

Mola, spara all'ex compagna e poi tenta il suicidio: arrestato 60enne

E' accaduto ieri sera in pieno centro a Mola. La vittima, Anna Spilotros, 48 anni, è ricoverata in gravissime condizioni al Di Venere di Carbonara. Dopo il gesto, l'uomo avrebbe tentato di togliersi la vita

L'arma utilizzata per il ferimento e sequestrata dai carabinieri

Prima ha tentato di uccidere l'ex compagna, sparandole un colpo di pistola alla testa. Poi è fuggito, e ha cercato di togliersi la vita. Dramma della gelosia ieri sera a Mola, dove i carabinieri hanno arrestato con l'accusa di tentato omicidio un 60enne del luogo.

Tutto è accaduto nel giro di pochi istanti. La donna passeggiava in via Regina Margherita, nel centro del paese, quando si è ritrovata faccia a faccia con il suo ex compagno. Tra i due sarebbe nata l'ennesima animata discussione, nel corso della quale il 60enne ha estratto l'arma - una scacciacani modificata ad hoc  - e ha fatto fuoco contro la donna, colpendola alla testa. La vittima, Anna Spilotros, 48 anni, è caduta a terra come priva di vita, con il volto grondante di sangue. Subito soccorsa dalle persone che in quel momento affollavano la strada, la donna è stata trasportata all'ospedale Di Venere di Carbonara, dove è ora ricoverata in gravissime condizioni.

Subito dopo il folle gesto, l'uomo si è allontanato in fretta, ma è stato rintracciato e fermato poco dopo dai carabinieri nei pressi del porto. Il 60enne aveva ancora tra le mani la pistola, con la quale ha minacciato di togliersi la vita. Bloccato e disarmato dai militari, è stato poi arrestato e rinchiuso nel carcere di Bari.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mola, spara all'ex compagna e poi tenta il suicidio: arrestato 60enne

BariToday è in caricamento