menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colpi d'arma da fuoco al San Paolo: ferito 36enne. Sparatoria dopo litigio in famiglia

L'uomo è ricoverato in gravi condizioni: è stato raggiunto all'addome e al braccio. Secondo gli inquirenti, a sparare potrebbe essere stato il cognato della vittima dopo una violenta discussione tra i due

Potrebbe esserci un litigio familiare alla base della sparatoria avvenuta questa mattina al quartiere San Paolo di Bari, in viale Puglia, nella quale è rimasto ferito un 36enne ricoverato in gravi condizioni nel vicino ospedale. L'agguato si è verificato non lontano da una scuola elementare del quartiere.

Colpi esplosi dopo litigio con il cognato?

In base a una prima ricostruzione della Squadra Mobile, vi sarebbe stato un litigio tra la vittima e il cognato, forse in casa di uno dei due. La discussione sarebbe poi proseguita per strada e degenerata nella sparatoria: ad esplodere i due colpi che hanno centrato il 36enne all'addome e al braccio potrebbe essere stato proprio il familiare. Testimoni e parenti sono stati interrogati, in queste ore, dagli agenti, con l'obiettivo di ricostruire l'accaduto.

Terza sparatoria in una settimana a Bari

L'episodio non dovrebbe avere, come ipotizzato in un primo momento, alcun legame con la sparatoria di ieri a Carbonara, nella quale ha perso la vita il 24enne Walter Rafaschieri e suo fratello è rimasto ferito. Si tratta, in ogni caso, del terzo agguato in una settimana, considerando anche il  ferimento avvenuto martedì scorso a Madonnella.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento