Cronaca San Paolo / Via Giovanni Candura

San Paolo, controlli dei carabinieri dopo la sparatoria: scoperti fucili e munizioni

Perquisizioni dei militari all'indomani dell'agguato in cui è rimasto ferito un pregiudicato. In uno stabile di via Candura rinvenute due armi semiautomatiche, nascoste in un'intercapedine

Perquisizioni e controlli dei carabinieri, in vari quartieri della città, all'indomani della sparatoria di ieri al San Paolo, in cui è rimasto ferito gravemente un pregiudicato, Nicola Vavalle, raggiunto da alcuni colpi di kalashnikov e ricoverato in gravi condizioni. I militari, con la collaborazione del nucleo cinofili di Modugno, hanno rinvenuto, in uno stabile di via Candura, due fucili semiautomatici calibro 12, di cui uno risultato rubato lo scorso settembre in un'abitazione. Scoperte anche 130 cartucce per fucili di vario calibro. Il tutto era nascosto in un borsone, occultato in un'intercapedine nei locali del palazzo. I carabinieri della Sezione Investigazioni Scientifiche stanno effettuando rilievi sui fucili rinvenuti, per stabilire se siano stati utilizzati in recenti episodi criminosi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Paolo, controlli dei carabinieri dopo la sparatoria: scoperti fucili e munizioni

BariToday è in caricamento