menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'edificio che ospitava la scuola Melo

L'edificio che ospitava la scuola Melo

Il laboratorio "Spazio 13" premiato dalla Commissione Europea: "Buona pratica di rigenerazione urbana"

Il progetto di gestione della struttura che ospitava la scuola 'Melo' al Libertà è stato selezionato dal programma 'Urbact' e parteciperà all'omonimo festival a Tallin

Il progetto "Spazio 13" - laboratorio urbano gestito da 13 associazioni nell'ex scuola Melo del rione Libertà - sarà premiato in un evento internazionale. L'iniziativa è tra le 97 selezionate dalla Commissione europea nell'ambito del programma 'Urbact', che promuove le migliori pratiche di rigenerazione urbana e innovazione sociale. L'innovativa proposta, candidata a marzo scorso dal Comune, ha così sbaragliato la concorrenza delle oltre 270 candidature provenienti da 28 Stati membri e 219 diverse città in Europa
 
Così anche Bari acquisirà il titolo di “Urbact Good Practice City”, diventano parte di un gruppo pionieristico che viene promosso a livello europeo e internazionale e parteciperà di diritto come capofila ai “Good Practice Transfer Networks”: una rete di trasferimento di competenze ed esperienze di sviluppo tra città in Europa. Il Comune è stato quindi invitato al prossimo festival Urbact - che si terrà a Tallinn, in Estonia, dal 3 al 5 ottobre prossimo - e ad altre attività ad alta visibilità relative all’Agenda urbana europea.
 
“Siamo soddisfatti di questo riconoscimento europeo perché ci conferma che la strada intrapresa sui temi del riuso, dell’innovazione sociale e della rigenerazione creativa degli spazi pubblici attraverso le risorse giovanili è quella giusta - commenta l’assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano -. Spazio13 si inserisce in una strategia più ampia che mira a mettere in rete maggiori spazi e risorse per un nuovo protagonismo giovanile in collaborazione con le scuole e le Università: ne sono esempi il job centre Porta Futuro, l’Officina degli Esordi, Young Market Lab presso il mercato di Carbonara e, a breve, l’Incubatore di Impresa Porta Futuro II. Bari deve diventare la città dei giovani”.

Soddisfatta dei risultati di Spazio 13 anche Rossella Ferorelli del direttivo del progetto: “Stiamo costruendo un processo di riappropriazione - spiega - che, fin dalle prime azioni, come il concorso fotografico, gli OneDayMeeting e le call collaborative, ci ha permesso di scoprire la sorprendente importanza di questo contenitore nell'immaginario collettivo del quartiere Libertà e della città di Bari. La risposta delle comunità locali è stata da subito entusiasmante”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento