Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Spettacolo e solidarietà, torna l'appuntamento con "Le strade di San Nicola"

Il 9 gennaio al Teatro Team la serata di beneficienza promossa dalla federazione che riunisce 14 associazioni pugliesi: i fondi raccolti serviranno a finanziare tre progetti di carattere sociale

Una serata all'insegna dello spettacolo e del divertimento, ma anche della solidarietà: torna a Bari l'iniziativa benefica "Le strade di San Nicola", organizzata dall'omonima federazione che raggruppa quattordici associazioni e fondazioni pugliesi impegnate nel mondo della solidarietà, propone una serata all'insegna della musica e del divertimento per raccogliere fondi da destinare a progetti a sfondo sociale. L'iniziativa si terrà il 9 gennaio al Teatro Team di Bari.

Tre i progetti individuati, per i quali saranno i fondi: la Social School nella scuola di Carbonara “Manzoni Lucarelli”, Little hands for Santa Claus e Un piatto per tutti grazie al quale saranno raccolti 20mila chili di pasta da distribuire in alcuni istituti minorili e mense sociali della provincia di Bari.

I dettagli dell'iniziativa sono stati presentati questa mattina, a Palazzo di Città, dalle assessore al Welfare e alle Politiche educative e giovanili, Francesca Bottalico e Paola Romano, dal presidente della federazione di associazioni Le Strade di San Nicola Lorenzo Moretti e dal direttore artistico dell'evento Titta de Tommaso.  

Tra gli ospiti della serata, che sarà condotta dallo showman Mauro Pulpito e dalla giornalista sportiva Mikaela Calcagno, ci saranno Amedeo Minghi, gli Audio2, Donatella Rettore, Roby Facchinetti, la crew dei Bari Jungle Brothers, i Bandita, Ermal Meta e la vincitrice della scorsa edizione di Amici Deborah Iurato. Ma sul palco saliranno anche comici e cabarettisti come Pio e Amedeo, Pino Campagna e Dino Paradiso, e i creativi Sandart con le loro incantevoli realizzazione di sabbia.

“Le Strade di San Nicola - ha esordito l'assessora Bottalico - costituisce un momento costruito insieme, che ha visto partecipare da un lato le associazioni, dall'altro gli assessorati del Comune di Bari. Oggi presentiamo lo spettacolo ma vogliamo soffermarci anche sui risultati raggiunti lo scorso anno: con i contributi della prima edizione sono stati raccolti 25mila euro e aiutate 15 famiglie baresi in difficoltà economiche con bambini portatori di handicap o patologie oncologiche. Vorrei sottolineare le modalità con cui la federazione ha deciso di aiutare questi nuclei, che hanno ricevuto interventi mirati e non contributi economici. L'idea su cui intendiamo lavorare insieme si fonda su una nuova cultura del welfare e del volontariato, la social school ne è un esempio. Non si tratta di un progetto calato dall'alto ma nato dai bisogni di bambini e famiglie. Questo modello, peraltro, che si concretizza in un presidio itinerante educativo, resterà nella piena disponibilità dell'amministrazione comunale”.  

“È una bellissima esperienza - ha dichiarato l'assessora Romano - perché mettiamo in rete la scuola Manzoni Lucarelli, la federazione di associazioni e l'amministrazione comunale. La scuola oggetto degli interventi, infatti, è stata oggetto di atti vandalici e intimidatori e presenta un’alta concentrazione di minori a rischio. Quindi il progetto mira a dare risposte concrete ai ragazzi e, allo stesso tempo, a favorire lo studio delle materie scolastiche con un approccio diverso e innovativo. Per questo l'abbiamo chiamata l'officina del saper fare. In futuro opereremo attraverso altri interventi di questo genere, anche al di fuori delle scuole, proprio per rinsaldare le fila di una comunità che per certi aspetti appare sfilacciata”.

Questi i progetti nel dettaglio:

1) Social School: è il progetto principale e prevede la creazione di un pool di esperti per il recupero di minori a rischio della scuola media “Manzoni Lucarelli” di Carbonara. Il progetto avrà la durata di 3 anni, mentre il pool resterà a disposizione degli assessorati alle Politiche educative e al Welfare. La social school accompagnerà i beneficiari per gli anni scolastici 2014/2015 e 2015/2016 e dal mese di dicembre 2014 a dicembre 2015. ActionAid Italia, che ha proposto il progetto, si occuperà della gestione delle attività dentro e fuori l’istituto. Il Comune di Bari, attraverso i due assessorati, sosterrà l’iniziativa con percorsi didattici ad hoc e la formazione di un team di professionisti che fornirà l’adeguato supporto tecnico. Nell'ambito del progetto è previsto un cammino ludo-didattico (“Officine del saper fare”) con 4 educatori che proporranno attività di laboratorio teatrale, di cinematografia, di fotografia, progetti legati all'insegnamento dei diritti umani, workshop di educazione alimentare contro lo spreco, laboratori di comunità con i genitori, oltre che attività motorie e sportive.

2) Little hands for Santa Claus: prevede una raccolta di indumenti che verranno donati all’Associazione Mensa Cattedrale Onlus e dai quali verrà sottratta una parte inutilizzabile per realizzare una statua di dimensioni reali raffigurante San Nicola. Nato da un’idea di Little Smile Onlus, il progetto sarà sviluppato attraverso l'uso di tessuti di riciclo, indumenti e panneggi di ogni genere e forma, i cui colori presentano la caratteristica cromatica della statua originale (marrone, giallo, rosso, nero, bianco e dorato). La statua verrà realizzata nel corso di un laboratorio artistico-didattico che si svolgerà nella casa famiglia “Madre Arcucci” di Bari e vedrà protagonisti i bambini. I responsabili artistici di questo progetto sono Francesco e Cristina Mangini, due giovani artisti emergenti nel panorama dell’arte contemporanea.

3) Un piatto per tutti: con il sostegno degli sponsor del settore e con parte del ricavato della serata la federazione acquisterà 20mila chili di pasta destinati ad alcuni istituti minorili e ad alcune mense sociali della provincia di Bari.

“L’anno scorso - ha commentato Lorenzo Moretti - abbiamo scelto di lavorare insieme a un progetto, all'interno del quale nessuna associazione in particolare potesse emergere rispetto alle altre. Quest’anno invece abbiamo valutato i progetti di tutte le associazioni e abbiamo scelto quello di ActionAid, cui si aggiungono altri due progetti. Voglio ribadire che noi, come federazione, cerchiamo di far entrare nella rete tutte le associazioni che lavorano sul territorio. Quindi mi auguro che la nostra realtà possa crescere sempre più. Stiamo già lavorando alla prossima edizione che speriamo possa svolgersi in un luogo più grande”.

“Quello che presentiamo il 9 gennaio - ha concluso il direttore artistico De Tommasi - è un mix di artisti di caratura nazionale, cui si aggiungono giovani artisti pugliesi di talento. Per le prossime edizioni contiamo di portare a Bari anche star di livello internazionale.

Ci saranno diversi momenti interessanti: in apertura l'ensemble di Sandart, che opera con la manipolazione e la trasformazione della sabbia in oggetti, realizzerà un omaggio a San Nicola. Ad ogni modo lo spettacolo, che sarà condotto da Mauro Pulpito e dalla giornalista sportiva Mikaela Calcagno, è ancora in via di definizione e il cast potrebbe arricchirsi con altri personaggi interessati alla manifestazione”.

Le Strade di San Nicola è una one-night in cui le varie forme d'arte sono chiamate a raccolta. Due i premi che verranno assegnati durante la serata: “Le Strade di San Nicola”, conferito a una personalità che si è distinta per generosità e sostegno ad iniziative di solidarietà, e “Le Strade di San Nicola giovani” che verrà consegnato a un artista pugliese emergente. I premi, pitture raffiguranti la nostra Puglia, saranno gentilmente offerti da un grande artista di fama nazionale, Biagio Magliani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spettacolo e solidarietà, torna l'appuntamento con "Le strade di San Nicola"

BariToday è in caricamento