Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

San Nicola, l'altra faccia della festa: la città invasa da rifiuti e sporcizia

Rifiuti di ogni genere abbandonati sul lungomare, marciapiedi tappezzati di bottiglie di birra vuote, strade maleodoranti. I cittadini si lamentano con il sindaco su Facebook, l'Amiu si difende: "Il piano straordinario non è bastato"

Foto postata da un utente sulla bacheca Facebook del sindaco Emiliano

Per gli operatori dell'Amiu sono stati giorni di lavoro straordinario. Impegnati a ripulire la città dai rifiuti abbandonati in ogni dove dalle migliaia di persone che si sono riversate in strada nei tre giorni di festa dedicati a San Nicola.

Cartacce, resti di cibo, bottiglie di birra vuote - 10 tonnellate, stima l'Amiu - abbandonate in massa sui marciapiedi e gettate persino in mare. Ma anche sedie e tavoli rotti e frigoriferi ormai fuori uso. Uno scenario desolante, ma che purtroppo si ripresenta ogni anno, in occasione della festa, nel borgo antico e sul lungomare.

Una "città invivibile", scrive qualcuno nella pioggia di commenti e lamentele che in questi giorni hanno invaso la bacheca Facebook del sindaco Emiliano. Già, proprio così. Peccato però che a renderla invivibile abbiano contribuito in buona parte i suoi stessi cittadini. In molti attaccano l'Amiu, accusata di non aver potenziato a dovere la presenza di bidoni e cestini per la raccolta dei rifiuti. Ma Emiliano difende l'operato dell'azienda di igiene di urbana: "Sono stati installati oltre 100 contenitori aggiuntivi, 50 solo per la differenziata del vetro. Ma addirittura alcuni di questi erano semivuoti con bottiglie di vetro lasciate impunemente a pochi metri dalla campana. [...] L'amiu è intervenuta prima, dopo e durante la festa con servizi appositi, ma tutto l'impegno del mondo può non bastare se manca la civiltà". Ma c'è anche chi, passata la festa e rimossi i rifiuti, lamenta la sporcizia e il cattivo odore emanato dalle strade: "Ma la puzza di sporco, sul Lungomare... nessuno la sente??? - scrive un altro cittadino - possibile che non si faccia un lavaggio subito dopo la Sagra??? I turisti passeggiano tra immondizia e fetori...". "Il lavaggio è stato eseguito -  risponde il presidente dell'Amiu Grandaliano - Siamo passati, e ripasseremo".

Ma sulla bacheca abbondano anche le lamentele per le chiusure al traffico, adottate (come quella del lungomare per il Giro d'Italia) o mancate (come quella in occasione dello spettacolo pirotecnico sul lungomare) e quelle per le presunte aggressioni che sarebbero avvenute durante le sere della sagra, come quella ai danni di un ragazzo marocchino e di un turista toscano: "Verificheremo le segnalazioni con prefetto e questore", assicura  il sindaco, "Resta l'amarezza - conclude - che persone indegne di vivere in una comunità debbano rovinare una festa così sentita".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Nicola, l'altra faccia della festa: la città invasa da rifiuti e sporcizia

BariToday è in caricamento