Bando per la gestione dello Stadio del Nuoto, accolto ricorso al Tar: Comune condannato a risarcire 46mila euro

La Giunta di Palazzo di Città ha approvato il debito fuori bilancio a seguito dell'istanza presentata al Tribunale Amministrativo dalla società veronese Sport Management

Foto pagina fb Stadio del Nuoto Bari

La Giunta comunale di Bari ha approvato il debito fuori bilancio per risarcire con circa 46mila euro (più rivalutazione monetaria, interessi e contributo processuale) la società veronese Sport Management, vincitrice di un ricorso al Tar Puglia sulla gara d'appalto per la gestione dello Stadio del Nuoto di Bari. Il bando decennale, indetto nel 2014. era stato vinto da Asd Waterpolo Bari, attuale concessionario. I giudici amministrativi, spiega in una nota Sport Management, avrebbero accertato che "l'ausiliaria della Asd Waterpolo Bari, la Asd Payton non possedeva il requisito di regolarità contributiva e, quindi, avrebbe dovuto essere esclusa dalla gara". La sentenza era stata emessa dal Tar nello scorso mese di maggio.

Il provvedimento è stato già approvato dal Consiglio comunale. Da fonti di Palazzo di Città si specifica che la sentenza non mette in discussione la concessione attualmente in vigore, poiché questa istanza è stata respinta dal Tar che invece ha disposto il risarcimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento