menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dati 'aperti' al servizio di comunità e start-up: Open Puglia, progetto all'avanguardia

La community fondata nel novembre 2014 raccoglie una ventina tra sviluppatori, ricercatori e tecnici con lo scopo di raccogliere numeri e cifre delle amministrazioni pubbliche fornendo la base per app e dispositivi riguardanti il quotidiano, come per il monitoraggio ambientale e il traffico a Bari

"I dati aperti possono essere non solo una fonte di trasparenza nei confronti dei cittadini. Il loro utilizzo può generare redditività e valore economico per la comunità". Gli Open Data rappresentano sempre di più elemento imprescindibile per sviluppatori e startuppers nel creare app e dispositivi utili nell'analizzare dinamiche di ogni tipo, dai consumi, all'ambiente, alla mobilità. La nostra regione, in questo senso, si conferma regione all'avanguardia con un interesse crescente da parte di istituzioni e addetti ai lavori.

Con questo spirito è nata, un anno fa, la community 'OpenPuglia, formata da circa 20 persone dalle diverse esperienze lavorative e comunicative, sulla scia degli Stati Generali dell'Innovazione: un progetto prevalentemente barese che si occupa di progettare modelli di dati, business e applicazione per la diffusione del CivilHacking e dell'Open Data cercando di favorire la creazione di app utili alla cittadinanza, analizzando e raccogliendo dati e cifre. Su questa linea, OpenPuglia ne ha progettate un paio, 'Co2' e 'HateTraffic' relative al monitoraggio ambientale nella regione e alla situazione del traffico a Bari: "Abbiamo rispettivamente collaborato - spiega Giuseppe Zileni, sviluppatore del team di Open Puglia - con l'Arpa e l'Amtab. Nel primo caso siamo riusciti ad ottenere i dati giornalieri delle centraline, con lo scopo di monitorare costantemente la qualità dell'aria, accrescendo così la sensibilità ambientale dei cittadini.  Nel secondo progetto, invece, abbiamo sviluppato una app per visualizzare i livelli di ingorgo e traffico nelle varie zone della città, adoperando dati Amtab".

In questo modo si traccia la strada per realizzare programmi alla portata di tutti, utilizzabili magari per scegliere l'itinerario migliore per raggiungere il centro cittadino, oppure, per prendere provvedimenti in materia di emissioni e rispetto dell'ambiente, dando la possibilità, a chiunque, di investire nel settore dell'innovazione: "Negli Stati Uniti - spiega Zileni - il presidente Obama ha incentivato l'utilizzo di questi sistemi e l'impatto sul pil è stato di 40 dollari guadagnati per 1 investito. Anche la Ue ha lanciato un piano per aprire i dati delle Pubbliche amministrazioni alla comunità, attraverso Agenda digitale 2020. La nostra regione è all'avanguardia assieme alla Sicilia, anche più delle altre zone del Nord". In futuro le applicazioni e le 'aperture' possibili potranno coinvolgere altri campi: "Stiamo pensando - dice Zileni - a una app per monitorare gli orari Amtab, ma anche a un'altra sul controllo dei prezzi e della convenienza di questo o quel prodotto agricolo, a riguardo anche tracciabilità e qualità". Open Puglia, sarà a Bologna, da domani a venerdì, alla kermesse del settore 'Data Academy' 2015.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lolita Lobosco, Bari in tv è bellissima ma sui social piovono critiche:"Quell'accento una forzatura, noi non parliamo così"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento