Cronaca

'Bigood', catering a Km zero e solidale: "Combattiamo gli sprechi alimentari"

La cooperativa barese, oltre a promuovere la cultura del rispetto ambientale e delle tradizioni, fornisce pasti ai più sfortunati, in collaborazione con altri operatori della solidarietà

Gusto, rispetto dell'ambiente e delle tradizioni, ma anche solidarietà. Un catering solidale sintetizzato in una parola, 'Bigood che', letto all'inglese, vuol dire letteralmente essere buoni: a Bari c'è una cooperativa che promuove la cultura degli alimenti a km zero e della lotta agli sprechi in favore di chi non può mangiare: l'ultimo episodio proprio un paio di giorni fa, quando lo staff di 'Bigood', in collaborazione con 'Avanzi Popolo' ha donato agli ospiti del Ferrhotel diversi chilogrammi di cibo: fave e cicorie, patate, riso e cozze, cavatelli al forno, rimasti su un ricco buffet allestito poco prima. Generosità in favore dei più bisognosi, ma anche intelligenza nella gestione delle nostre risorse: "La cooperativa - spiega Valentina Colonna, fondatrice di 'Bigood' (nel gruppo lavorano 4 persone) - nasce nel 2012 grazie al bando Principi Attivi. Abbiamo unito varie competenze in ambito sociale, tecnico e culinario. La nostra attività è a stretto contatto con i produttori locali, in particolare pugliesi. Un'altra caratteristica importante del progetto è la beneficenza: una parte dei ricavati la doniamo a 'Mama Happy', associazione che si occupa di adozioni, infanzia e affidi".

Prodotti biologici e cibi della tradizione rielaborati e rivisitati in chiave moderna come i falafel di ceci neri o la vellutata di carote di Polignano con capocollo di Martina Franca: "Nel catering - racconta Pamela Petrontino - spesso è difficile regolarsi e capita di frequente che avanzi il cibo. Per fortuna è facile organizzarsi, nonostante gli ostacoli. Gli alimenti e le risorse non dovrebbero essere mai gettati via. Bisognerebbe fare più attenzione: i benefici sono enormi in termini di solidarietà e rispetto dell'ambiente". La solidarietà, in ogni caso, è un aspetto centrale di 'Bigood': non solo Ferrhotel, ma anche Area 51 e altri centri sono stati aiutati dall'associazione. Un sostegno importante in un ambito in cui la domanda è, purtroppo, sempre superiore al grande impengo di volontari e gruppi solidali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Bigood', catering a Km zero e solidale: "Combattiamo gli sprechi alimentari"

BariToday è in caricamento