Cronaca

Sottopassi rinnovati e una nuova palazzina delle Ferrovie su via Capruzzi: "Lavori conclusi nel 2020"

Sopralluogo sul cantiere avviato qualche settimana fa da GrandiStazioni Rail. Gli interventi sul tunnel 'giallo' saranno completati entro i primi mesi del 2017. Potrebbe sbloccarsi a breve anche la situazione per la Stazione dei bus extraurbani

All'interno i rivestimenti sono stati già smantellati, in attesa delle demolizioni, già avvenute all'ingresso. Fuori, da qualche giorno, c'è la recinzione del cantiere che accompagnerà i baresi per il 2018 e il 2019. I cantieri per la riqualificazione dei sottopassi della stazione centrale di Bari e della nuova palazzina di servizio per le Ferrovie sono cominciati rapidamente. Un progetto da 9,3 milioni di euro a cura di GrandiStazioni Rail (Gruppo Fs) con il sostegno anche del Ministero dei Trasporti e di Rfi, destinato a cambiare radicalmente il volto dell'estramurale. Gli interventi consentiranno una riapertura passo dopo passo delle strutture. Il sottopasso giallo sarà riattivato da febbraio 2019: avrà 5 metri di larghezza, contro i 3,5 attuali, e sarà dotato di 6 ascensori a servizio dei binari con due scale mobili in corrispondenza del I della nuova palazzina di via Capruzzi. Il sottovia, inoltre verrà prolungato fino alle banchine della stazione di Ferrotramviaria: il tratto sarà accessibile da giugno.

Il secondo 'step', invece, sarà avviato al termine del primo e coinvolgerà la riqualificazione degli altri due sottopassi, rosso e verde, attivi tra la fine del 2019 e l'inizio del 2020. Per le metà di quell'anno, inoltre sarà aperto anche l'edificio di servizio lungo 140 metri e dal design innovativo che su tre livelli (di cui uno interrato), ospiterà locali commerciali, uffici delle Ferrovie e una biglietteria: "La stazione - ha spiegato il sindaco di bari, Antonio Decaro - avrà una facciata molto più dignitosa e funzionale". Il progetto cambierà volto e funzionalità dell'area ferroviaria dell'estramurale, in attesa che Bari abbia anche una sua stazione per gli autobus extraurbani, attesa da troppi anni: "Speriamo di avere quanto prima la progettazione - aggiunge il sindaco -. L'area della ex Squadra Rialzo sarà messa a disposizione del Comune di Bari che la gestirà con Amtab". L'auspicio è che entro fine anno possa essere appaltata la gara, con lavori a inizio 2019.

"La stazione di Bari ospita circa 40mila persone al giorno"

Nel frattempo è l'hub cittadino dei treni ad avvicinarsi agli standard di una città europea: "Avremo un'implementazione notevole - dice Silvio Gizzi, amministratore Delegato di GS Rail - ra le varie modalità di spostamento urbano come treno-treno ma anche bus, taxi e kiss&ride, per migliorarne al massimo l'efficienza. La stazione di Bari vede un'utenza di circa 38mila persone al giorno. Inoltre, è una diga tra le varie parti della città e i sottopassi sono attraversati da migliaia di persone ed utilizzati con grande frequenza". Al termine dei lavori, in ogni caso, la situazione sull'estramurale dovrebbe tornare alla normalità in breve tempo: "Abbiamo comunque mantenuto via Capruzzi aperta - dice l'assessore cittadino ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso - togliendo solo una porzione di spazio destinata a parcheggio che alla fine dei cantieri sarà ripristinata".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sottopassi rinnovati e una nuova palazzina delle Ferrovie su via Capruzzi: "Lavori conclusi nel 2020"

BariToday è in caricamento