menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una rete di percorsi ciclopedonali per valorizzare il territorio: il progetto per il Parco dell'Alta Murgia

Questa mattina la riunione della 'Comunità del Parco', che comprende Regione, Città metropolitana, provincia Bari e 13 Comuni: al centro dell'incontro le misure da mettere in atto per tutelare il territorio da fenomeni quali l'abbandono dei rifiuti, ma anche per promuoverne le bellezze

Tutelare e valorizzare il territorio del Parco nazionale dell'Alta Murgia, come "luogo caratterizzato dalla qualità della vita". Questo l'obiettivo su cui si focalizzano le attività della 'Comunità del Parco', costituita da Regione Puglia, Città Metropolitana di Bari, Provincia Barletta-Andria-Trani e dai rappresentanti dei 13 Comuni del Parco. Questa mattina, nella Sala Giunta della Città metropolitana, si è tenuta un’assemblea, straordinariamente aperta anche ai Parlamentari e ai Consiglieri Regionali del territorio murgiano e al Commissario Capo Giuliano Palomba per il Corpo Forestale dello Stato.

In apertura dell’incontro è stato presentato lo studio di fattibilità per una rete di 720 chilometri di percorsi che uniranno tutti i Comuni del Parco congiungendoli ai siti di maggiore interesse sotto l’aspetto naturalistico e culturale. Il progetto, redatto in collaborazione con le associazioni sportive ed escursionistiche presenti sul territorio, è stato approvato dai presenti e sarà presentato all’Assessorato alla Mobilità della Regione Puglia con la richiesta di accedere a finanziamenti per la sua realizzazione. Ma un'attenzione particolare è stata riservata soprattutto alla necessità di contrastare il fenomeno dell'abbandono dei rifiuti nel Parco.

“Stiamo puntando – ha dichiarato il Presidente del Parco, Cesare Veronico, introducendo l’ordine del giorno - alla valorizzazione del nostro territorio come luogo caratterizzato dalla qualità della vita e dei prodotti. Finalmente è netta anche la percezione da parte delle città della presenza di turisti che scelgono il nostro territorio come meta per le loro vacanze nella natura. Ma bisogna risolvere il problema dei problemi: di fronte a un progetto come quello che abbiamo messo in atto, è strategico rimuovere i rifiuti dai siti del parco, dalle ciclovie, dalle strade provinciali. Non possiamo non affrontare la questione senza coinvolgere tutti i soggetti competenti. Dobbiamo puntare insieme a tenere pulito il territorio. Dobbiamo impegnarci tutti per fare il bene del territorio. Il Parco Nazionale ha messo in bilancio 50.000 Euro per il progetto ‘Un parco pulito 365 giorni l’anno’ e intende coinvolgere oltre ai comuni tutte le associazioni. Chiedo ai Sindaci, soprattutto, di sollecitare le aziende che si occupano per la rimozione dei rifiuti per i centri urbani, affinché estendano il loro servizio anche nel territorio del Parco e in quello rurale. Il nostro obiettivo per il 2016 deve essere quello di un cambio di rotta”.

In qualità di delegato dal Presidente della Comunità del Parco, Antonio Decaro, il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, ha dichiarato: “Proporremo alla Regione Puglia di utilizzare i ribassi delle aste per l’assegnazione dell’ecotassa a favore del Parco nazionale dell’Alta Murgia e del Parco regionale di Lama Balice per attività di rimozione dei rifiuti e bonifica. Un’altra importante attività – ha aggiunto - riguarda la vigilanza: sul tavolo metropolitano c’è la proposta di finanziare attraverso il PON Sicurezza la realizzazione di varchi per identificare automezzi che transitano nel parco”.

“Ogni modificazione del nostro territorio – ha affermato il Commissario Capo, Giuliano Palomba - è sottoposta al nostro controllo. L’ impegno per la tutela del paesaggio, dei beni culturali, dei prodotti agroalimentari è costante e ci vede sul campo quotidianamente. Negli ultimi 18 mesi abbiamo denunciato 176 cittadini e fatto oltre 100 accertamenti su illeciti contro l’ambiente. Sappiamo che c’è molto da fare, siamo disponibili per qualsiasi contatto con i sindaci e per ogni segnalazione in merito, in particolare, all’abbandono dei rifiuti”.

Al termine dell’assemblea, cui hanno partecipato i consiglieri regionali Mario Conca, Grazia Di Bari, Domenico Damascelli, Nino Marmo, Gianni Stea è stato ribadito l’impegno di tutti i partecipanti a sollecitare in tutte le sedi competenti interventi concreti a sostegno delle due iniziative e l’impegno a organizzare incontri e attività pubbliche per promuovere con le comunità locali i due progetti e sensibilizzare la cittadinanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento