Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Emergenza Coronavirus, continua lo stop alle attività sanitarie non urgenti: "Valido anche per strutture private"

A disporlo è stato il Dipartimento della Salute della Regione Puglia, sulla base delle disposizioni ministeriali. Provvedimenti attivi fino a nuova disposizione dalla Regione

Proseguirà fino a nuova disposizione da parte della Regione, la sospensione delle attività sanitarie non urgenti e non differibili. A stabilirlo è il Dipartimento della Salute della Regione Puglia, sulla base delle disposizioni ministeriali, come comunicato in una nota. Restano dunque sospesi i ricoveri programmati, le visite ambulatoriali e gli esami non urgenti, i day service, le attività ginecologiche e i corsi di accompagnamento al parto, i nuovi inserimenti nelle strutture residenziali e semiresidenziali e i servizi di assistenza domiciliare salvo quelli oncologici.
La sospensione delle attività non urgenti riguarda quindi tutte le strutture accreditate e/o autorizzate indipendentemente dal regime erogativo e quindi si applica anche alle strutture private.

Le attività garantite

Restano invece garantiti i ricoveri urgenti e non differibili provenienti dal Pronto soccorso, i ricoveri di persone con patologie oncologiche ed ematologiche, gli screening oncologici di secondo livello in tutti i casi di esito positivo al primo livello, la diagnostica di laboratorio di urgenza, le richieste con motivazione di urgenza (codice di priorità U e B), prestazioni di dialisi, le prestazioni oncologiche-chemioterapiche, la radioterapia e la PET/T, le visite specialistiche per rinnovi piani terapeutici nei casi previste, le attività dei centri vaccinali (previa prenotazione anche telefonica), attività delle Commissioni mediche Patenti speciali, assistenza domiciliare integrata (ADI) per i soggetti già presi in carico e per le nuove attivazioni previo triage telefonico, dispensazione dei farmaci e dei presidi presso le farmacie delle strutture pubbliche (distribuzione diretta), attività ginecologiche oncologiche, interruzioni di gravidanza sia mediche che chirurgiche, servizi di gestione della gravidanza come previsti e organizzati dalla Regione (screening primo trimestre, morfologica, arruolamento nell’ambulatorio della gravidanza a rischio e della gravidanza a termine), inserimenti e ricoveri presso strutture residenziali extraospedaliere sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali a seguito di dimissioni protette.

Sul Portale della Salute Puglia nella sezione Coronavirus sono pubblicati tutti i servizi garantiti e sospesi nonché i servizi a cui è possibile accedere on line. I servizi digitali consentono infatti di limitare il rischio di contagio e consentono di prenotare visite specialistiche, pagare il ticket, ottenere alcuni referti on line, accedere ai servizi per celiaci. Attivando il proprio Fascicolo Sanitario Elettronico anche attraverso il proprio medico di base è possibile inoltre ritirare i farmaci in farmacia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Coronavirus, continua lo stop alle attività sanitarie non urgenti: "Valido anche per strutture private"

BariToday è in caricamento