menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A rischio la mensa per due plessi di materna del Gabelli, la preside: "Sempre meno personale"

A San Pio nelle strutture 'Torricella' e 'Albero Azzurro' molto probabilmente non partirà l'anno prossimo il servizio refezione. A febbraio scorso la raccolta firme dei genitori

"Tre anni fa avevo 23 collaboratori per tutti i plessi, oggi sono 17. Ditemi voi come si può garantire il servizio refettorio senza personale di vigilanza": è la preside dell'istituto comprensivo Aristide Gabelli di San Pio a spiegare le quotidiane difficoltà a cui deve far fronte all'interno delle nove strutture da lei gestite. L'ultima è costituito dal probabile stop al servizio mensa in due plessi di scuola materna  - 'Torricella' e 'Albero azzurro' -, di recente annunciato dalla dirigente Angela De Santo con una circolare interna, che ha portato i genitori sul piede di guerra. 

Il motivo della chiusura è appunto la mancanza di personale, dopo anni in cui un solo collaboratore ha dovuto fare turni straordinari (i plessi sono aperti dalle 7.30 di mattina alle 16), per coprire l'assenza di una seconda persona. Ora che però i vecchi collaboratori stanno andando i in pensione, chiedere uno sforzo al suo sostituto è diventato impossibile. "Se l'Ufficio scolastico regionale - spiega la De Santo - non riorganizza il personale da suddividere nei singoli plessi, fornendoci più collaboratori, non posso obbligare chi lavora con noi a non pranzare con la propria famiglia per 33 settimane all'anno. Non è un mio capriccio eliminare il servizio mensa attualmente attivo". 

A poco è quindi servita la raccolta firme fatta dai genitori degli alunni iscritti nei due plessi di scuola materna a febbraio scorso, nel tentativo di salvare il refettorio."Dopo che ci siamo battuti a più non posso affinché venisse garantita la mensa ai nostri figli per il prossimo anno scolastico, questa è la risposta della dirigente" scrivono sulla bacheca Facebook del sindaco di Bari Antonio Decaro, pubblicando la circolare della dirigente. Eppure, nonostante le lamentele, il numero di persone che hanno richiesto di far mangiare i propri figlia a scuola è in diminuzione: "Sono ormai due anni che non più di 20 bambini sfruttano la mensa - commenta la dirigente -, mentre prima erano il doppio. In fondo non hanno perso del tutto il servizio, abbiamo solo chiesto loro di spostarsi in altri plessi con più collaboratori".

Nella circolare, in effetti, viene data la possibilità ai genitori che vorranno usufruire della mensa di presentare la domanda di trasferimento nei plessi 'Walt Disney' e 'Arcobaleno', dove è previsto il rinforzo delle sezioni che funzionano a 40 ore. Però anche qui c'è una limitazione: "A condizione che il numero di iscritti lo consenta", si legge nella circolare. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento