Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Strage Bangladesh, rientra in Italia imprenditore barese scampato all'assalto

Gennaro Cotugno, bitontino, titolare di un'azienda tessile nel paese asiatico, non era presente nel locale dove è avvenuta la sparatoria: "Non mi sentivo bene e non sono andato più nel ristorante"

"Quella sera anch'io avrei dovuto essere nel ristorante dov'è avvenuta la mattanza". Gennaro Cotugno, imprenditore originario di Bitonto, titolare di un'azienda tessile in Bangladesh, ha raccontato all'agenzia Ansa di essere scampato quasi per caso alla strage dell'Holey Artisan Bakery, il locale situato nella zona delle ambasciate nella capitale Dacca, assaltato tre giorni fa da un gruppo di terroristi, uccidendo 20 persone, tra cui 9 italiani.

Quella sera, Cotugno e un altro connazionale avrebbero "preferito rimanere a casa" perché non si sentivano bene. Inizialmente dato per disperso, l'imprenditore, dopo 3 anni passati in Bangladesh, ha deciso di rientrare a Bitonto: "A Dacca - afferma - probabilmente non tornerò mai più". Cotugno ha poi raccontato le ore successive al massacro: "La mia famiglia, ho tre bellissimi figli, mi ha chiamato preoccupata per avere mie notizie. Li ho rassicurati e poi ho chiamato la Farnesina per avvisare che stavo bene".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage Bangladesh, rientra in Italia imprenditore barese scampato all'assalto

BariToday è in caricamento