Strage treni Andria-Corato, foto con l'avvocato di un indagato: sanzionata pm Merra

La condanna della Sezione disciplinare del Csm per la vicenda relativa ad una foto che la ritraeva insieme al difensore di uno degli indagati per il disastro: solo dopo le polemiche, Merra decise di lasciare l'inchiesta

La Sezione disciplinare del Csm ha condannato il sostituto procuratore di Trani Simona Merra alla sanzione della censura per non essersi subito astenuta dal procedimento relativo alla strage sui binari Andria-Corato, nonostante il suo rapporto di amicizia con il legale di uno degli indagati per la tragedia.

Il caso scoppiò dopo la pubblicazione di una foto, che la ritraeva ad una festa, in una posa scherzosa, mentre accettava un bacio simulato al piede da parte dell'avvocato Leonardo De Cesare, difensore di uno dei soggetti indagati per la tragedia.

Soltanto dopo le polemiche Merra decise di lasciare l'inchiesta. La condanna del Csm riguarda anche una dichiarazione alla stampa della stessa, che bollò come "pettegolezzi e chiacchiericcio da mercato" i dubbi avanzati dai parenti delle vittime dopo la pubblicazione di alcuni scatti, parole che avrebbero violato il dovere di correttezza verso le parti processuali. La condanna, che ha accolto la richiesta della procura generale della Cassazione, riguarda anche la mancata astensione in altri procedimenti dove il difensore era lo stesso legale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento