Cronaca San Girolamo - Fesca / Viale Respighi Ottorino

Strage di via D'Amelio, alla pineta San Francesco l'iniziativa "Notti contro le mafie"

Questa sera l'iniziativa organizzata da un gruppo di associazioni per ricordare l'attentato in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina

Un momento di riflessione in memoria del sacrificio di "quei grandi spiriti che persero la vita nella strage di via D’Amelio: Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.

Si terrà questa sera, presso la Pineta San Francesco di via Respighi, l'iniziativa "Notti contro le mafie", organizzata da Associazione Antimafie Rita Atria - Presidio di Bari, Movimento Agende Rosse Provincia di Bari - Gruppo Giuseppe Di Matteo, FU.NI.MA International, Giovani Socialisti - Terra di Bari, Giovani Democratici Bari città, Convochiamociperbari, Ortocircuito, Comitato Genitori Scuola Marconi, Associazione Residenti San Cataldo.

"A 24 anni di distanza da quei tristi momenti - affermano gli organizzatori in una nota - vogliamo continuare a resistere e credere nel cambiamento cominciando da noi stessi". "Il programma di quest’anno si concentrerà in modo particolare sugli ultimi 57 giorni di Paolo Borsellino dalla strage di Capaci a quella di via D’Amelio, giorni in cui il magistrato, appuntando tutto su quell’agenda rossa, poi scomparsa, lavora notte e giorno, con interrogatori e indagini serratissime, fino a giungere a verità fortissime che legano la morte del suo amato amico e “fratello” Giovanni Falcone ad alcuni esponenti dello Stato. Il giudice era consapevole che sarebbe giunta la sua ora e per questo ripeteva che “doveva fare in fretta”. Cosa nasconde di così eclatante quell’agenda? Cosa accade al Ministero degli interni dove Borsellino avrebbe incontrato Mancino e Contrada? Quale il ruolo del pentito Gaspare Mutulo? Ripercorreremo quei momenti assieme grazie anche all’ausilio del vicedirettore di Antimafia Duemila, Lorenzo Baldo, coautore con Giorgio Bongiovanni del libro 'gli ultimi 57 giorni di Paolo Borsellino'".

A seguire, in collaborazione con l'associazione 'La Scatola Blu', sarà proiettato il lungometraggio 'La mafia uccide solo d'estate', di Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di via D'Amelio, alla pineta San Francesco l'iniziativa "Notti contro le mafie"

BariToday è in caricamento