"Strangolato al termine di una lite": pregiudicato 56enne ucciso a Noicattaro, in manette il fratello

Cosimo Cafagna è stato trovato morto ieri sera. Il diverbio, terminato con l'omicidio, sarebbe partito per futili motivi tra i due braccianti agricoli, entrambi noti alle Forze dell'ordine

Un altro pregiudicato è stato trovato morto nella serata di ieri, 26 giugno. I carabinieri hanno scoperto infatti, oltre al corpo del 49enne Pierpaolo Perez di Bitetto, anche quello di un pregiudicato d Cosimo Cafagna, 56enne residente a Noicattaro.

Secondo quanto riferito dai militari, l'uomo è stato ucciso per asfissia da strangolamento per strada. In seguito alle indagini, è stato arrestato per l'omicidio il fratello della vittima, anch'esso conosciuto alle Forze dell'ordine e bracciante agricolo. Lo strangolamento sarebbe avvenuto al culmine di una lite tra i due, partita per futili motivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

Torna su
BariToday è in caricamento