Cronaca

Striscia la Notizia, gli ex inviati Fabio e Mingo interrogati in Procura

Per più di sei ore sono stati ascoltati dal pm Isabella Ginefra che indaga sulla presunta simulazione di reato in merito ad un servizio andato in onda due anni che in realtà sarebbe stato una messa in scena

Per oltre sei ore hanno risposto alle domande del gip Isabella Ginefra. I due ex inviati pugliesi di 'Striscia la Notizia', Fabio De Nunzio e Domenico De Pasquale, in arte Fabio e Mingo, e Corinne Martino, moglie di De Pasquale,nella giornata di martedì sono stati interrogati in Procura nell'ambito dell'inchiesta su un presunto falso servizio televisivo realizzato per il tg satirico di Canale 5.

Erano stati proprio i due ex collaboratori della trasmissione a chiedere di poter essere ascoltati dal gip. Il servizio, andato in onda due anni fa e ritenuto una messa in scena, riguarda un presunto falso avvocato. L'accusa della Procura è di simulazione di reato.

Striscia la Notizia, appena appreso dell'inchiesta in corso, aveva sospeso e poi licenziato i due storici inviati, dandone annuncio in diretta durante due puntate della trasmissione. L'inchiesta di Bari riguarda un solo servizio, ma sarebbe anche altri i servizi 'sospetti' su cui la trasmissione avrebbe avviato indagini interne, al fine di accertarne la veridicità.

In serata, il legale dei due ex inviati ha annunciato in una nota che "premesso che non possono e non devono essere pubblicate e comunicate a terzi notizie afferenti gli atti istruttori nella fase delle indagini preliminari, i miei assistiti indiranno una conferenza stampa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Striscia la Notizia, gli ex inviati Fabio e Mingo interrogati in Procura

BariToday è in caricamento