menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tra pregiudizi e barriere,"impossibile trovare una stanza" per una studentessa disabile. Adisu: "Avrà posto letto"

La ragazza aveva affidato a Fanpage.it il racconto delle difficoltà incontrate nella ricerca di un alloggio. L'intervento dell'ente per il diritto allo studio: la sua domanda di un alloggio sarà accolta

Trovarsi a un passo dal rinunciare agli studi universitari per l'impossibilità di trovare un alloggio adatto alle esigenze legate alla sua disabilità. Una prospettiva inaccettabile, con la quale Donatella, giovane studentessa fuori sede in procinto di iscriversi a Scienze dei Beni culturali, si è trovata suo malgrado a fare conti. Lei però, 22 anni affetta da Sma (Atrofia Muscolare Spinale) non è intenzionata ad arrendersi. Nei giorni scorsi, la sua denuncia è stata raccolta da Iacopo Melio su Fanpage.it: Donatella ha raccontato le difficoltà incontrate nella ricerca di una stanza da affittare, non solo a causa di barriere architettoniche e appartamenti inadatti, ma anche purtroppo per colpa di pregiudizi e diffidenze: la necessità di vivere in casa con la madre, per poter ricevere il necessario sostegno nelle azioni di ogni giorno - ha raccontato la ragazza - avrebbe spinto proprietari e coinquilini delle case visitate a rifiutare la sua presenza: "Chi sta limitando davvero la libertà dell'altro? Io con mia madre, o i ragazzi? Nel 2019 un disabile non ha ancora diritto, per questa cultura discriminatoria, a cercare una stanza per lavoro o studio non avendo disponibilità economiche per affittare un appartamento indipendente", riflette amara Donatella nella sua intervista a Fanpage.

Dopo la sua denuncia, l'Adisu - Agenzia per il diritto allo studio universitario - è intervenuta sul caso: "La studentessa Donatella Suriano potrà alloggiare dal prossimo 27 settembre nelle residenze dell’Adisu Puglia”, afferma in una nota il Direttore generale dell’Adisu Puglia, Gavino Nuzzo. “La domanda è ancora in fase istruttoria insieme tutte le altre pervenute per il bando annuale di concorso per le borse di studio. Le graduatorie saranno pubblicate a fine settembre. Ma posso già garantire che la studentessa Suriano vedrà soddisfatto il suo diritto a proseguire gli studi anche attraverso i benefici concessi dalla Regione Puglia per il tramite dell’Adisu Puglia”, assicura Nuzzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento