menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero dei controllori di volo, studenti e insegnanti del liceo Flacco bloccati a Malta: Ryanair ripristina volo

Il volo previsto per le 11.35 di venerdì prossimo, è stato riattivato dopo ore di contatti per giungere alla soluzione del problema

Potranno rientrare a casa i cento studenti baresi e i loro insegnanti-accompagnatori rimasti bloccati a Malta per lo sciopero dei controllori di volo dell'Enav proclamato nella giornata di venerdì mattina, 8 giugno.  La notizia è stata riportata da Repubblica Bari. Il gruppo di studenti è formato da ragazzi e ragazze tra i 14 e 15 anni di due sezioni della prima classe del Liceo Classico Orazio Flacco, si trova nell'isola mediterranea per un viaggio-studio con l'obiettivo di approfondire la lingua inglese.

Contatti fruttuosi

L'agitazione dei controllori di volo aveva indotto la compagnia irlandese a cancellare il volo di rientro da Malta, previsto per le 11.35 di venerdì con arrivo a Bari alle 12.55, pochi minuti prima dell'avvio ufficiale dell'agitazione, previsto dalle 13 alle 17. I contatti in corso tra Ryanair, Aeroporti di Puglia, autorità nazionali e locali, hanno portato alla risoluzione del caso. Sarà quindi disponibile un volo che consentirà al gruppo del Liceo Flacco di ritornare a casa

Ryanair: "Tutto funzionerà regolarmente"

Il volo dell'8 giugno, spiega a BariToday Ryanair con una nota "è stato originariamente annullato a causa di uno sciopero italiano dei controllori di volo (ATC). Tuttavia, il volo è stato reintegrato e tutti i clienti interessati sono stati contattati e avvisati che il tutto funzionerà come da orario regolare. Ryanair invita la Commissione Europea a intraprendere azioni urgenti per impedire che i piani di viaggio dei consumatori europei questa estate vengano ancora una volta stravolti dagli scioperi e dalla scarsità di personale degli ATC".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento