Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Studenti bloccati in aeroporto a Valencia, i genitori sul piede di guerra

Madri e padri dei ragazzi del 'Giulio Cesare' rimasti bloccati per 36 ore lunedì scorso nell'aeroporto della città spagnola, dove erano andati in gita, annunciano battaglia contro Ryanair che avrebbe stoppato il volo diretto per Bari senza alcun preavviso

Una disavventura che, con tutta probabilità, porterà le 'vittime' a muovere un'azione legale nei confronti di una compagnia aerea.
Stiamo parlando dell'odissea di cui sono stati protagonisti 23 ragazzi del 'Giulio Cesare' di Bari che, a Valencia per una vacanza - studio, sono rimasti bloccati per 36 ore nello scalo spagnolo perchè il loro aereo della Ryanair è rimasto a terra, senza alcun preavviso, bloccando la tratta diretta per Bari. Secondo le testimonianze, pare che i ragazzi non siano stati assistiti, durante la sosta forzata, da nessuno della compagnia, nè dal personale di bordo, nè, tantomeno, da quello di terra. Gli studenti sarebbero dovuti arrivare lunedì sera al Wojtyla di Bari, ma hanno toccato la loro terra natia solo dopo 36 ore e un nuovo scalo a Malta.

"Hanno dovuto pagarsi da soli l'albergo per la notte", irrompe una mamma 'arrabbiatissima', la signora Tiziana Careccia, madre del 17enne Danilo, e titolare di un'agenzia viaggi. "So di cosa sto parlando. Di solito, quando succedono cose simili, le compagnie aeree offrono la notte in hotel e i pasti. Con Ryanair non succede mai". La compagnia avrebbe dovuto ‘pagare’ per i propri errori, nel senso che avrebbe dovuto sostenere i nostri ragazzi che per colpa loro sono rimasti bloccati”. E invece? “E invece non hanno offerto loro nulla, né un pasto, né un posto dove passare la notte”.

E allora, visto quello che è successo, la signora Tiziana è pronta ad annunciare: "Stiamo valutando, con gli altri genitori, di muovere un'azione legale contro l'azienda irlandese". Anche perchè, a quanto sembra, non è la prima volta che si presenta un disservizio simile. A ottobre, ci racconta la signora, "i ragazzi, diretti a Londra, sempre con la compagnia irlandese, sono rimasti bloccati ben 12 ore all'aeroporto di Bari". Il punto è che “Ryanair gode di finanziamenti pubblici, soprattutto regionali, quindi non può permettersi di avere certi atteggiamenti. Sono comportamenti ingiustificabili”.
E la direzione scolastica? Che intenzioni ha? "Da quello che ci è parso, al preside sembra che ciò che è successo non era di sua competenza. Ci è sembrato molto disinteressato". Per cui procederete da soli? "Si, credo proprio di sì. Ora ci confronteremo e valuteremo, ma la possibilità di una denuncia è molto vicina".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studenti bloccati in aeroporto a Valencia, i genitori sul piede di guerra

BariToday è in caricamento