menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

15enne stuprata dal branco al porto: disposti esami del dna

Proseguono le indagini sulla presunta violenza di gruppo avvenuta a inizio agosto: la magistratura ha conferito l’incarico per accertamenti biologici ed esami comparativi sulle tracce di dna

Accertamenti biologici ed esami comparativi sulle tracce di dna sono stati disposti dalla Procura di Bari nell'ambito delle indagini sul presunto stupro di gruppo su una 15enne avvenuto ad inizio agosto a Bari.

Per la vicenda, sono stati identificati e sono indagati a piede libero cinque ragazzi, quattro minorenni, fra i quali l'ex fidanzatino della vittima, e un 18enne.

Agli atti dell'indagine, coordinata dal pm della Procura ordinaria Simona Filoni e, per i Minorenni, dal pm della magistratura minorile Rosario Plotino, ci sono i video delle telecamere di sorveglianza della zona, l’esito degli esami clinici eseguiti sulla vittima quella notte, gli accertamenti tecnici in corso sui telefoni dei ragazzi e il racconto della 15enne. All'indomani della denuncia presentata ai genitori della ragazza, i carabinieri sequestrarono gli indumenti che la presunta vittima e i cinque ragazzi indossavano quella sera, campioni prelevati sulle due auto su cui sarebbe avvenuta la violenza, sul manto stradale e anche cicche di sigarette repertate nel parcheggio intorno all’area portuale, in cui sarebbe avvenuto il presunto stupro. Reperti su cui saranno eseguite le verifiche.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"C'è speranza per tutti, persino per voi", l'appello di Checco Zalone per ritrovare il furgone rubato agli atleti di calcio in carrozzina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento