menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazzina stuprata dal branco, Decaro: "Ci costituiremo parte civile nel processo"

"Chi è colpevole deve capire la gravità delle sue azioni", ha spiegato il primo cittadino, commentando la violenza sessuale ai danni della 15enne

"Ci costituiremo parte civile nel processo contro chi ha abusato della dignità di una ragazzina". Ad annunciare la decisione del Comune di Bari è il sindaco Antonio Decaro, in una nota a commento dello stupro di cui è stata vittima martedì scorso una ragazza minorenne barese al porto. “La violenza perpetrata a danno di una ragazzina di soli 15 anni - spiega il primo cittadino - da parte di un gruppo di coetanei non può lasciare questa città indifferente. Un episodio di assurda sopraffazione che non trova alcuna giustificazione e ci restituisce un quadro educativo e morale compromesso, di cui tutti siamo responsabili e su cui occorre interrogarci".

Il sindaco ha espresso poi vicinanza alla ragazza alla ragazza e alla sua famiglia, "a cui vanno - ha dichiarato - tutta la nostra solidarietà e il nostro supporto nel cercare di superare questo momento difficile". La scelta dell'amministrazione servirà, come spiega lo stesso Decaro, a far comprendere ai colpevoli il senso delle loro azioni "e soprattutto la ricaduta di queste sull’intera comunità. Oggi siamo tutte vittime di questo tragico martedì sera" ha concluso il sindaco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento