Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Suicida un dirigente sanitario di Putignano. Giallo sulle cause

Si chiamava Massimo Novelli l'uomo che mercoledì è stato ritrovato morto nella sua auto. Novelli, dirigente sanitario, si sarebbe suicidato ingerendo una sostanza caustica. Misteriose le cause del suicidio

Avvelenamento da ingestione di sostanza caustica: è questa la causa che ha portato alla morte Massimo Novelli, 40enne dirigente sanitario della 'SanitàService' di Putignano. L'uomo è stato trovato senza vita all'interno della sua vettura su una piazzola di sosta della strada che collega Martina Franca a Locorotondo dopo che aveva ingerito, probabilmente, acido muriatico. L'allarme era stato lanciato dalla moglie dell'uomo che, non vedendo rientrare a casa Novelli e non ricevendo risposta al cellulare, ha avvertito i carabinieri. A ritrovare per primo il cadavere, però, è stato un automobilista che ha notato l'auto di Novelli ferma nella piazzola di sosta e, avvicinatosi, ha visto l'uomo riverso su un fianco. All'interno dell'autovettura sono state ritrovate bottiglie d'acqua e una di acido muriatico. Tutte da chiarire le motivazioni che hanno spinto il 40enne al suicidio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suicida un dirigente sanitario di Putignano. Giallo sulle cause

BariToday è in caricamento