Cronaca

Tagli al 118, medici pronti allo sciopero: "A rischio la sicurezza dei pazienti"

Le proteste della Fimmg: la Regione avvia il nuovo progetto per l'assistenza ai pazienti infartuati, ma sulle ambulanze mancano infermieri e medici specialistici

Il personale a disposizione si riduce, il carico di lavoro aumenta, e a farne le spese sono i pazienti che rischiano di non vedersi garantito un servizio di assistenza adeguato. A lanciare l'allarme sono i medici Fimmg del 118 della Asl di Bari, che ieri a seguito di un'assemblea hanno proclamato lo stato di agitazione.

PAZIENTI INFARTUATI, ASSISTENZA A RISCHIO - Al centro della protesta, in particolare, la decisione della Regione Puglia di avviare un progetto per l'assistenza ai pazienti con infarto acuto del miocardio - denominato progetto Ima - senza un'adeguata disponibilità di personale, esponendo così i pazienti "a rischi per la salute". Il progetto infatti affida al personale del 118 il compito di trasferire - qualora il cardiologo lo ritenga opportuno - i pazienti infartuati che si trovino in un Pronto Soccorso ubicato presso una struttura ospedaliera priva di servizi di emodinamica, presso un centro di emodinamica per l’angioplastica. Tuttavia, sottolineano i medici, non si tiene conto del fatto che questo ulteriore compito, per il 118 già in cronica carenza di personale, rischia di mandare in tilt l'intero servizio.

I medici infatti lamentano che molte delle postazioni del 118 non hanno infermieri in turno, "indispensabili per garantire il trattamento di questi pazienti esponendoli a rischi per la salute". "Anche l'assenza del cardiologo sui mezzi di soccorso - dicono i medici del 118 - riduce il livello di assistenza in quanto il paziente passa dalle mani dello specialista cardiologo a quelle di un medico che è preparato per altri compiti. Inoltre, non è stata prevista alcuna sostituzione per l'equipaggio 118 impegnato nel trasporto secondario per garantire il servizio istituzionale ordinario per i casi di emergenza". L'assemblea dei medici del 118 chiede che "le condizioni minime di assistenza per i pazienti e di sicurezza per gli operatori siano ripristinate".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli al 118, medici pronti allo sciopero: "A rischio la sicurezza dei pazienti"

BariToday è in caricamento