In Puglia investimenti per 10mila tamponi al giorno, Emiliano incalza il Governo: "Dica la soglia necessaria per la regione"

Ad affermarlo è il governatore pugliese che ha parlato dei test da eseguire nei prossimi mesi per l'emergenza coronavirus: "Il costo sarà sostenuto dallo Stato"

"Ho chiesto al presidente del Consiglio e al ministro della Salute di conoscere qual è il numero di tamponi ritenuto ottimale per la fase 2, visto che la Puglia sta facendo investimenti milionari per l'acquisto di macchinari e reagenti per arrivare ad effettuare fino a diecimila tamponi al giorno": ad affermarlo è il governatore pugliese Michele Emiliano che ha parlato dei test da eseguire nei prossimi mesi per l'emergenza coronavirus.

Emiliano ha ribadito la necessità per il governo di "individuare la soglia di tamponi ritenuta sufficiente e di procedere agli acquisti di macchinari e reagenti in modo collettivo, non mettendo in concorrenza in un mercato scarso di forniture le singole Regioni", soprattutto perchè si tratta di acquisti che "ricadranno nel budget della Protezione civile per l'emergenza Covid e quindi dovranno essere sostenuti dallo Stato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Muore a 53 anni l'avvocata Antonella Buompastore, ex proprietaria del Kursaal Santa Lucia

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Bari, smantellato traffico internazionale di droga: 15 arresti, sequestri di beni per 3,5 milioni

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

Torna su
BariToday è in caricamento