Cronaca

Tangenti a Modugno, il Comune parte offesa contro gli amministratori

Al via oggi l'incidente probatorio dell'inchiesta che a novembre ha portato all'arresto di 12 persone, tra cui il sindaco e l'ex sindaco di Modugno

Il Comune di Modugno sarà parte offesa nel processo a carico di 27 persone coinvolte nell'inchiesta su presunte tangenti in cambio di concessioni edilizie.

L'incidente probatorio sulle dichiarazioni dell'imprenditore modugnese Pasquale Lombardi, principale testimone dell'inchiesta, ha avuto inizio oggi davanti al gip del Tribunale di Bari Ambrogio Marrone. A causa dell'impedimento di un difensore l'udienza è stata poi rinviata al prossimo 5 marzo.

Le indagini condotte dalla Guardia di Finanza e coordinate dal pm della Procura di Bari Francesco Bretone hanno portato il 30 novembre scorso all'arresto di 12 indagati, accusati a vario titolo di associazione per delinquere, concussione, corruzione, falso, peculato, estorsione, truffa, riciclaggio e lottizzazione abusiva. Tra questi, gli ex sindaci di Modugno Pino Rana (prima Pd, poi Udc, ancora agli arresti domiciliari) e Mimmo Gatti (esponente Pd, sottoposto a divieto di dimora a Modugno).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti a Modugno, il Comune parte offesa contro gli amministratori

BariToday è in caricamento