Cronaca

Tangenti al comune di Modugno, si dimette consigliere indagato

Il consigliere comunale dei Moderati e popolari, Giuseppe Vasile, indagato nell'inchiesta su presunte tangenti in cambio di concessione edilizie, ha annunciato oggi le sue dimissioni. 11 in tutto le persone coinvolte nell'inchiesta

"Preferisco essere indagato da normale cittadino piuttosto che da consigliere comunale, per il profondo rispetto che nutro verso le istituzioni". Ha spiegato così le proprie dimissioni dall'incarico di consigliere comunale Giuseppe Vasile, eletto a Modugno nel partito dei Moderati e Popolari. Vasile fa parte delle 11 persone coinvolte nell'inchiesta della Procura di Bari per un presunto di giro di tangenti incassate dagli amministratori comunali in cambio di concessioni edilizie. Tra gli indagati figurano anche l'attuale sindaco della cittadina Domenico Gatti e l'ex sindaco Giuseppe Rana, insieme ad altri consiglieri e dirigenti dell'Ufficio tecnico.

Qualche giorno fa, in seguito all'avvio dell'inchiesta, sindaco e consiglieri indagati hanno scelto di autosospendersi dal proprio partito, il Pd, nell'attesa che sia fatta chiarezza sulla vicenda. Una scelta appoggiata dal Pd e dagli altri partiti della coalizione di centrosinistra, ma ritenuta insufficiente dall'opposizione, che ha chiesto invece le dimissioni dell'intera giunta.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti al comune di Modugno, si dimette consigliere indagato

BariToday è in caricamento