rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

"Tangenti per appalti", pena ridotta a 4 anni e 4 mesi per l'ex capo della Protezione civile Lerario

Ridotta dalla Corte d'Appello di Bari la pena iniziale di 5 anni e quattro mesi

E' stata ridotta da 5 anni e 4 mesi a quattro anni e quattro mesi di reclusione la condanna per l'ex capo della Protezione civile Puglia, Mario Lerario. Lo riporta l'Ansa. Lo ha deciso la Corte d'Appello di Bari. Una condanna a 3 anni di reclusione (da 4 anni) è stata invece decisa per l'imprenditore foggiano, Luca Leccese.

Lerario e Leccese erano imputati per presunte tangenti che l'imprenditore avrebbe pagato all'ex dirigente della Regione Puglia in cambio di appalti. Le difese dei due imputati avevano rinunciato ai motivi d'appello. L'ex capo della Protezione civile fu arrestato in flagranza nel dicembre 2021 dopo aver ricevuto del denaro proprio da Leccese.

Lerario nei mesi scorsi è stato condannato in primo grado, con rito abbreviato, a 5 anni  e quattro mesi sempre per presunte tangenti in cambio di appalti. Insieme a lui è stato condannato, a 4 anni, anche l'imprenditore Antonio Illuzzi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tangenti per appalti", pena ridotta a 4 anni e 4 mesi per l'ex capo della Protezione civile Lerario

BariToday è in caricamento