rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

"Famiglia non informata dello scarso profitto", Tar annulla bocciatura di uno studente

Il caso riguarda un liceale del 'Flacco': secondo i giudici, i familiari non sarebbero stati adeguamente messi al corrente delle difficoltà del ragazzo, che ora dovrà superare gli esami di riparazione

La famiglia non sapeva dello scarso rendimento scolastico del figlio: così il Tar di Bari ha annullato la bocciatura di uno studente 16enne, che ora potrà recuperare il debito scolastico sostenendo gli esami di riparazione. La notizia è riportata dalla Gazzetta del Mezzogiorno.

Una sentenza destinata a creare dibattito, quella emessa dai giudici baresi in merito alla vicenda relativa ad un liceale del 'Flacco'. Secondo quanto stabilito dai giudici, la scuola non avrebbe adeguatamente avvertito i familiari delle difficoltà incontrate dal ragazzo: la madre dello studente, infatti, sarebbe stata contattata telefonicamente e convocata a scuola solo il giorno precedente la riunione di consiglio.

L'istituto, come previsto dal decreto Gelmini del 2009 si è regolarmente dotato del registro elettronico (attraverso il quale i genitori, consultando una pagina web, possono ricevere tutte le informazioni sull'andamento scolastico dei figli), ma per i giudici tale strumento non sarebbe stato sufficiente poiché non è detto che tutti i genitori siano nelle condizioni di accedere alle comunicazioni telematiche.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Famiglia non informata dello scarso profitto", Tar annulla bocciatura di uno studente

BariToday è in caricamento