rotate-mobile
Cronaca

Petizione online per rimuovere la targa di Putin a Bari vecchia, Decaro si schiera contro: "Non cancelliamo pezzi di storia"

Le parole del primo cittadino a margine in Prefettura sull'accoglienza dei profughi ucraini: "Piuttosto posizioniamo un'epigrafe che spieghi la posizione della città rispetto alla targa"

Il sindaco Decaro si schiera contro la richiesta di rimuovere la targa donata da Putin alla città di Bari. E lo fa a margine della riunione in Prefettura sull'accoglienza dei profughi ucraini, dopo che online era stata lanciata una petizione (al momento con oltre 12mila adesione) per l'eliminazione dell'effigge alla base della statua di San Nicola. "Non sono favorevole a cancellare pezzi di storia, si potrà magari mettere accanto una epigrafe per spiegare la posizione della città rispetto a quella targa" ha spiegato il primo cittadino,

"Come gesto di solidarietà nei giorni scorsi ho voluto portare i fiori sotto la statua di San Nicola - ha ricordato poi il sindaco - che ha una valenza simbolica perché è il santo delle imprese audaci, della fratellanza, dell'unione tra oriente e occidente, e anche perché quella statua era stata regalata alla città di Bari da Putin, ma credo che cancellare pezzi di storia non sia mai opportuno, tranne in casi del tutto eccezionali".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petizione online per rimuovere la targa di Putin a Bari vecchia, Decaro si schiera contro: "Non cancelliamo pezzi di storia"

BariToday è in caricamento