Cronaca

Tartarughe protette e cardellini nascosti tra i bagagli: sequestro al porto, una denuncia

Operazione degli uomini del CITES del Corpo Forestale: gli esemplari sono stati sequestrati; denunciati e multati i cittadini - una donna albanese e un italiano - che li trasportavano

Cinque esemplari di tartarughe terrestri nascosti tra le valigie nel bagagliaio di un'auto, e diversi cardellini trasportati in gabbiette. A sequestrare gli animali - i primi protetti in quanto appartenenti a specie esotiche in via d'estinzione, i secondi tutelati dalla normativa sulla caccia - sono stati gli uomini del Nucleo Operativo CITES del Corpo Forestale dello Stato, nell'ambito di due diverse operazioni compiute nel porto di Bari.

Nel primo caso è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria una cittadina albanese, che trasportava le tartarughe nel bagagliaio della sua auto. Nel secondo caso invece è scattata una sanzione amministrativa di più di 4000 euro nei confronti di un cittadino italiano, bloccato mentre sbarcava a piedi da un traghetto proveniente dall'Albania.

Le tartarughe rinvenute sono state affidate ad un centro autorizzato alla detenzione delle stesse, mentre i cardellini sono stati liberati nelle campagne della periferia della città di Bari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tartarughe protette e cardellini nascosti tra i bagagli: sequestro al porto, una denuncia

BariToday è in caricamento